Bandiera bianca per Valerio Scettri e Irontech Motorsport al Rally Città di Scorzè

Il pilota di Este, in gara con una Renault Clio Williams gruppo A, si vede costretto ad alzare la bandiera bianca, dopo pochi chilometri, causa “noie” tecniche

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Sposa bagnata, sposa fortunata ed ecco come il matrimonio tra Valerio Scettri ed Irontech Motorsport, in occasione del Rally Città di Scorzè tenutosi lo scorso weekend, va interpretato in un'ottica futura. Il portacolori del neonato sodalizio patavino ritornava, con Gianni Bergamasco alle note, a calarsi nell'abitacolo della Renault Clio Williams gruppo A dopo lo sfortunato epilogo del Valli Vesimesi dello scorso anno.

“È passato praticamente un anno da quando non tornavo ad indossare tuta e casco” racconta Scettri “ed il desiderio di tornare ad assaporare il gusto dell'adrenalina era tanto. Seppur non fossi al cento per cento, a livello fisico, ero molto sereno e pronto a togliermi la tanta ruggine accumulata, soprattutto per iniziare al meglio questa nuova avventura con Irontech Motorsport”.

Nel tardo pomeriggio di sabato 19 agosto, al calare del sole, la trazione anteriore d'oltralpe, con il numero 25 sulle fiancate, scende dalla pedana di partenza per avviarsi verso il primo impegno di giornata, la speciale di “Fassinaro”.

Che il pilota di Este non fosse particolarmente in forma lo si percepisce subito con un fuori programma che, tra spegnimento della vettura e manovre per il rientro in strada, gli brucia almeno una trentina di secondi, tagliandolo di fatto già fuori dalla lotta per le posizioni che contano.

La seconda speciale in programma, quella di “Noale”, sancirà la conclusione anticipata della trasferta per il portacolori di Irontech Motorsport.

“Durante la prova di Noale” sottolinea Scettri “ci siamo resi conto che sulla vettura qualcosa non funzionava a dovere. Il nostro obiettivo era unicamente quello di arrivare alla fine per ritrovare tutti quei meccanismi che, se non sono oliati, non ti permettono di esprimerti al massimo del tuo potenziale. Non sapendo esattamente quale fosse la causa e con l'intento di evitare di trovarci con dei problemi più seri sulla Clio abbiamo deciso, amaramente, di fermarci”. Uno stop prematuro che rimanda ai prossimi appuntamenti sia Scettri che Irontech Motorsport, in quanto l'avventura in terra veneziana è durata troppo poco per poterne giudicare il valore.

“Il nostro intento, nel programma che ci siamo prefissati per questo 2017, è quello di essere al via del Rally Città di Bassano, uno degli appuntamenti più importanti del Triveneto” aggiunge Scettri “ma i recenti eventi atmosferici, che hanno colpito anche la prima frazione dello Scorzè, ci prospettano un lungo periodo di intenso lavoro. Volevamo macinare chilometri qui a Scorzè proprio per presentarci al meglio al Bassano ma, impegni di lavoro permettendo, dovremo, in pratica, ripartire da zero perché la decina di chilometri percorsi qui non ci può dare i riscontri che speravamo di avere. Sarà un duro lavoro ma siamo pronti a dare il meglio.”

Torna su
PadovaOggi è in caricamento