menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ultima giornata TOP12 per il Valsugana rugby: «C'è ancora tanto amaro in bocca»

La partita di sabato 27 aprile al Plebiscito è ormai insignificante ai fini della classifica e alla permanenza nel massimo campionato italiano della palla ovale e, come sottolinea Polla Roux: «Continuo a pensare che gli ultimi avvenimenti siano stati molto ingiusti»

Sabato 27 aprile i ragazzi del Valsugana Rugby Padova ospiteranno per l’ultima partita di Top 12  allo Stadio Plebiscito il Lazio Rugby alle ore 16. La partita è ormai insignificante ai fini della classifica e alla permanenza in Top 12, come sottolinea Polla Roux, che ha ufficializzato la fine del suo incarico come head coach del First XV del Valsugana.

«Meritavamo di giocare questo campionato»

«C’è ancora tanto amaro in bocca, meritavamo di giocare questo campionato fino all’ultima partita lottando per la salvezza. È stato un anno molto duro, questa squadra ha combattuto ad ogni partita e dimostrando il proprio valore. Parliamo di una squadra fatta da ragazzi giovani che hanno saputo affrontare ogni sfida a testa alta e in modo positivo, la mischia si è confermata come la più forte del campionato. È un momento molto difficile, tenere alto l’umore della squadra dopo gli ultimi avvenimenti è molto complicato. Continuo a pensare che gli ultimi avvenimenti siano stati molto ingiusti. Personalmente, superare questa amarezza e questa ingiustizia è davvero difficile. La pressione sta ricadendo su ogni giocatore e membro dello staff, nonostante i buoni risultati collezionati durante l’anno.

«È l’ultima partita in casa, l’ultima di questo campionato»

Abbiamo cercato a fondo gli stimoli per poter affrontare questa partita. Il Lazio cercherà i cinque punti necessari alla salvezza, e noi non abbiamo nessuna intenzione di scendere in campo con leggerezza. È l’ultima partita in casa, l’ultima di questo campionato. Non sappiamo quando, come e se risaliremo, questa squadra non sarà mai più la stessa, qualcuno andrà via ed è quindi questo è il più grande stimolo che abbiamo trovato: scendere in campo sabato e dimostrare, come abbiamo fatto tutto l’anno, che meritavamo di rimanere in questo campionato con il gruppo creato negli ultimi 3 anni».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sei ore di sospensione idrica nel quartiere: l'avviso

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento