Volley

Superlega, bel match ma c'è la legge della capolista: Padova ko a Perugia

Finale 3-0

Una buona prestazione da parte di Padova non basta per uscire con punti dal PalaBarton di Perugia. I Campioni del Mondo si impongono per 3-0, ma i bianconeri hanno dimostrato di poter impensierire anche la prima della classe, imbattuta fino ad oggi in campionato. Takahashi miglior realizzatore con 13 punti, 55% in attacco e 2 muri, mentre l’MVP della gara è il perugino Russo.
Ora per Padova l’appuntamento è per domenica prossima, quando alla Kioene Arena arriverà la Gioiella Prisma Taranto.

Buon approccio alla gara da parte di Padova. Petkovic serve bene e firma il primo break, mentre dall’altra parte la squadra di Anastasi fatica a carburare e concede qualcosa ai bianconeri, tanto che sono proprio i padroni di casa ad interrompere per primi la gara (8-13). Leon accende il PalaBarton e con 2 ace di fila riporta suoi a -2 e, dopo un attacco out di Canella, Cuttini chiama time out (16-17). Nel finale Perugia accelera con un incisivo Leon e con un efficace Semeniuk, riuscendo quindi a conquistare il primo parziale (25-22).
Nel secondo set prevale l’equilibrio, Padova tiene in ricezione, attacca con precisione e non fa scappare i padroni di casa. Leon dai nove metri è una sentenza ed è lui che fa mettere la freccia ai suoi (15-12). Cuttini ferma il gioco e i bianconeri tornano a contatto con buoni attacchi di Takahashi e Petkovic, ma gli umbri non concedono più nulla e si aggiudicano anche la seconda frazione (25-21).
Il terzo set comincia con una Perugia che conquista da subito un margine rassicurante. Coach Cuttini mischia le carte cercando forze fresche dalla panchina, ma Padova non riesce a colmare il gap. Nel finale i padroni di casa amministrano il vantaggio e, con meno affanno rispetto ai set precedenti, vincono anche la terza ripresa, arrivando così alla 15esima vittoria consecutiva in SuperLega.

"Abbiamo fatto ciò che ci eravamo ripromessi di fare, - ha detto coach Cuttini - abbiamo avuto grande attenzione per tutta la gara. I ragazzi sono stati bravi, abbiamo approcciato bene la gara, ma è chiaro che contro una squadra così qualcosa concedi. Le prossime gare? Dobbiamo mantenere questo atteggiamento, contro Taranto e Siena ci giochiamo tanto, i punti in quelle gare varranno il doppio".

Sir Safety Susa Perugia – Pallavolo Padova 3-0 (25-22, 25-21, 25-21)
Sir Safety Susa Perugia: Giannelli 5, Herrera 14, Semeniuk 9, Leon 14, Mengozzi 5, Russo 6, Colaci (L), Cardenas. Non entrati: Flavio, Rychlicki, Ropret, Solé, Piccinelli (L), Plotnytskyi. Coach: Andrea Anastasi.
Pallavolo Padova: Asparuhov 10, Canella 2, Volpato 3, Takahashi 13, Saitta 1, Petkovic 12, Zenger (L), Desmet, Crosato 1, Gardini, Guzzo, Zoppellari. Non entrati: Lelli (L), Cengia. Coach: Jacopo Cuttini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Superlega, bel match ma c'è la legge della capolista: Padova ko a Perugia
PadovaOggi è in caricamento