rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Volley

Serie B: l’Aduna Padova conquista il derby grazie a un perentorio 3-0 su Kioene

Dopo un bel primo set per la Ravagricola, i padroni di casa hanno reso più incerto il risultato dei rimanenti parziali

Aduna rialza la testa dopo la sconfitta in casa contro l’Olimpia Zanè (squadra che si trova ora al secondo posto in classifica). La giovane Kioene Padova lotta fino alla fine – e lo dimostrano i punteggi finali del secondo e del terzo set -, Aduna però è già cinica e chiude la contesa con un perentorio 0-3. Coach Riato manda in campo il sestetto composto dalla diagonale Zanatta-Marcovecchio, Melilli e Sartorato al centro, Michieli e Ribon i posti quattro, Sella libero.  Padova scende in campo con Favaro in diagonale con Gatto, al centro Tolin e Guastamacchia, , in posto quattro Iervolino e Benetazzo, libero Bellomo. Si alza il sipario: Aduna parte subito con il coltello tra i denti con una diagonale di Michieli e un muro di Sartorato, poi una difesa di Zanatta cade sul campo di Padova (0-3).

Sull’1-5, dopo un’invasione, Padova corre ai ripari con il primo time-out; ritornati in in campo, però, Aduna prosegue la sua prestazione con ottime difese e Michieli e Sartorato ancora sugli scudi. Marcovecchio contribuisce alla causa con un ace dai 9 metri (3-8). Aduna inceppa un po’ i meccanismi e commette ora qualche errore di troppo, Padova riaggiusta il tiro e riesce a riportarsi sotto sul 8-10. Marcovecchio prima e Michieli poi – a suon di mani out – consentono ai rossoblù di allungare; poi ancora Michieli da posto 2 tira un gran lungolinea e accompagna i suoi sul 10-13. Il tabellone testimonia un tira e molla nel punteggio che ben descrive l’andamento di questo primo parziale; Aduna è incisiva in attacco variando i colpi (Ribon fa un pallonetto dietro il muro, Melilli segna la 7, ben innescato da Zanatta) ma Padova lotta e non ha intenzione di far scappare i ragazzi di Casalserugo. 

Aduna però allunga ancora: capitan Ribon va in battuta e firma due ace di spessore che spedisce la sua squadra sul +4, 18-22. Padova, puntuale, riduce lo scarto e si riporta a -2. Marcovecchio però tira una clavata sulle mani avversarie (20-23) Zanatta e Sartorato a muro fermano le intenzioni del posto 4 avversario; ancora Marcovecchio fa male da seconda linea risolvendo un’alzata non ottimale. Aduna è un treno diretto sullo 0-1, e ci arriva ben presto con una battuta sbagliata di Padova: 19-25, 0-1 Aduna. Secondo set, Padova parte forte al centro con due primi tempi che li mandano il vantaggio (2-1). Sartorato però risponde alla stessa maniera e firma la parità sul 3-3. 

Le squadre procedono appaiate con azioni senza esclusioni di colpi; Aduna riesce per la prima volta ad allungare con 3 punti consecutivi (e lanciandosi sul 6-9) grazie soprattutto alla battuta di Zanatta. Padova, come sempre, non lascia andare l’avversario: difende, ricostruisce e punge in attacco e in men che non si dica torna in parità (11-11). Poco dopo, poi, grazie a due muri, si porta in vantaggio sul 14-12 prima (time out Riato) e sul 18-15 poi. Michieli mani-out da posto 2, Ribon stampa un gran muro e poi va d’intelligenza sul lungolinea: equilibrio ripristinato, 18 pari. Padova riparte con la sua aggressività e fa ancora +2; Marcovecchio tira una potentissima diagonale, poi i padovani fanno invasione: 20 pari, time out Cecchinato. 

Ritornati in campo, ancora Ribon e Marcovecchio suonano la carica e Aduna lotta per portarsi in vantaggio sul 2-0: dopo un rocambolesco finale e diversi match point annullati da un parte e dall’altra, i rossoblù hanno la meglio con il 26-28 finale. 2-0 Aduna, si va al terzo set. Il terzo set sembra la fotocopia del precedente, con le due squadre che si rincorrono fin dai primi scambi iniziali. Padova prova ad allungare per riaprire la contesa, Aduna però cerca di concedere il meno possibile e si arriva sul 7-8. 

In questo parziale Aduna varia le carte e manda in campo diversi tra i suoi protagonisti: tra questi, Sorgato entra in banda e si rivela prezioso per la causa, con due ricezioni perfette su due, e due attacchi efficaci che consentono alla squadra di Casalserugo di allungare sul +5 (11-16). C’è spazio anche per Convento e Vianello che entrano per il doppio cambio con Zanatta e MarcovecchioConvento convince dai 9 metri, da dove segna un ace. Padova però, che ha dalla sua la giovane età e tanto entusiasmo, rimane incollata e prova ad invertire la tendenza fino agli ultimi scambi disponibili: per poco il colpaccio non arriva, Aduna però è cinica e ci mette una pietra sopra: 23-25, 0-3 Aduna Volley. Il tabellino del match: 

KIOENE PADOVA-ADUNA PADOVA MASCHILE 0-3 (19-25, 26-28, 23-25)

KIOENE PADOVA: Favaro 1, Gatto 10 ,Tolin 6, Guastamacchia 10, Iervolino 14, Benetazzo 9, Bellomo (L), Sartore 1, Signori 0. Ne: Geron (L2), Vigato, Menoncin, Cagiano, Calzavara. 

RAVAGRICOLA ADUNA VOLLEY: Zanatta 2, Marcovecchio 16, Michieli 11, Sartorato 6, Ribon 13, Melilli 11, Convento 1, Sorgato 2, Vianello 0. Ne: Andriano, Ramazzina, Chinello, Pravato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie B: l’Aduna Padova conquista il derby grazie a un perentorio 3-0 su Kioene

PadovaOggi è in caricamento