menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nella piscina più profonda al mondo l'installazione subacquea su Leonardo Da Vinci

I 500 anni dalla morte di Leonardo Da Vinci e i 5 anni di Y-40® The Deep Joy celebrati in un percorso gratuito tra le riproduzioni delle sue opere

Se Leonardo Da Vinci ha dettato le proporzioni della perfezione corporea con i suoi studi legati all’uomo e agli animali in movimento, Y-40® The Deep Joy è nel libro del Guinness dei Primati grazie alla sua profondità da record per una piscina: -42,15 metri, costruita a misura di “quell’uomo”. Del grande genio italiano, punto di partenza negli studi di anatomia e fisica per i ricercatori di tutto il mondo, si celebra nel 2019 il cinquecentenario della morte, il 2 maggio 1519.

Le opere d'arte

Di Y-40®, altra eccellenza italiana divenuta in breve tempo il punto di riferimento per le attività subacquee e scientifiche per appassionati e non, provenienti da ogni angolo del pianeta, si festeggiano i 5 anni dall’apertura, il 5 giugno 2014. Molteplice il curriculum di Leonardo: architetto, pittore, scultore, disegnatore, trattatista, scenografo, anatomista, botanico, musicista, ingegnere e progettista, solo per citare i suoi titoli più celebri. Molteplici le attività della piscina dei record: subacquea, apnea, teatro di grandi eventi, set fotografico e studio cinematografico, atelier d’arte con opere esposte alla Biennale di Venezia 2019, laboratorio di ricerca scientifica subacquea, dalla fisiologia umana all’assenza di gravità, sede di studio sullo sviluppo di avanzate tecnologie destinate all’acqua o allo spazio.

La conoscenza dello scienziato

Y-40® ha così colto in uno dei suoi quattro elementi, l’acqua termale, il suo significato di Gioia al punto da far vivere proprio quest’ultima in maniera smisurata: “Your Deep Joy is Measureless” affermano i suoi campioni, sportivi e appassionati. La conoscenza dello scienziato in Y-40® comincia fin dall’ingresso con l’apertura dei libri di 3 metri nella hall della piscina, in cui sono riportati studi, disegni, frasi celebri e video relativi all’acqua, ai suoi movimenti ed impeti, alle diverse forme che assume in natura ed agli strumenti per governarla o scoprirla, come i sottomarini o le mute subacquee il cui prototipo progettato da Da Vinci è qui riprodotto a grandezza naturale da Cressi. Il percorso in immersione, perfettamente visibile anche da chi preferisce non tuffarsi in acqua, prevede di incontrare gigantografie di opere d’arte come il suo celeberrimo Autoritratto, la Gioconda, la Dama con l’Ermellino e Ginevra de' Benci, le riproduzioni dei disegni delle macchine più innovative con cui tentare di spiccare il volo, per esempio, ma anche dei bozzetti di studi anatomici umani e animali tracciati da Leonardo.

Il percorso subacqueo

I subacquei possono sfidare nelle proporzioni l’Uomo Vitruviano, posando all’interno del cerchio e del quadrato del celebre disegno, ricreato in legno dal maestro Bruno Gobbato, autore anche della copia, in scala ridotta, del suo paracadute, con cui poter provare a salire grazie alla spinta dell’aria erogata dalla bombola stessa o scendere delicatamente nelle diverse piattaforme della piscina fino ad esplorare il cilindro che raggiunge la massima profondità. Quest’ultimo è scandito dai 12 pannelli ritraenti i disegni anatomici di Da Vinci, fino al celebre bambino in grembo, posizionato a -39 metri, come le settimane di gestazione. All’uscita dall’acqua, è la cupola geodetica ispirata all’icosaedro di Da Vinci ad accogliere tutti, subacquei e visitatori, ricostruita nel bar di Y-40®, dove poter ordinare un cocktail ispirato alla ricetta dell’acquarosa scritta dall’artista-scienziato sul Codice Atlantico custodito a Milano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sei ore di sospensione idrica nel quartiere: l'avviso

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento