modi di dire

  • Detti padovani: "Chi no fa, no sbàlia"

  • Detti padovani: "Xe pèso el tacòn del buso"

  • Detti padovani: "Inamorà come un pitto"

  • Detti padovani, significato dell'espressione "piantare un ciodo"

  • Detti padovani: "Avere i oci da pesse stracco"

  • Detti padovani, il significato dell'espressione "Andarghe el sangue en acqua"

  • Detti padovani: "Longo come l'ano dea fame"

  • Detti padovani, il significato di "butare in vaca"

  • Detti padovani, significato dell'espressione "Col suto va ben anca 'a tempesta"

  • Modi di dire padovani, significato dell'espressione "dare (o ciapare) la carne"

  • Modi di dire padovani, che cosa significa l'espressione "A San Martìn, castagne e vin"

  • Detti padovani, cosa significa l'espressione "boca sarà no ciapa mosche (o musàti)"

  • Detti padovani, "Te sì come l'oco de Bepi che traversa el canae p'andare a casa a bévare"

  • 'Vanti col Cristo che 'a procesion s'engruma: significato del modo di dire veneto

  • "Andemo a bever un'ombra": quali sono origine e significato del modo di dire?

  • Prendere uno spavento, in dialetto veneto si dice: "Ciapar una spasemada"

  • Essere un "disertor del cimitero": avere un'aria stanca in dialetto veneto

  • "Che spono" il termine usato dai giovani padovani per esprimere noia