rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Provincia Albignasego

Pronto il piano per eliminare le barriere architettoniche ad Albignasego

Ora il Peba dovrà passare l'esame dei cittadini, che potranno presentare le loro osservazioni e visionare la documentazione fino al 28 agosto

Adottato la scorsa settimana dalla giunta comunale, il Piano Peba per l’abbattimento delle barriere architettoniche di Albignasego è sottoposto ora all’analisi dei cittadini, che hanno facoltà di presentare le loro osservazioni. È possibile visionare la documentazione fino al 28 agosto contattando l’ufficio tecnico oppure consultando il sito internet comunale (Amministrazione trasparente - Pianificazione e governo del territorio - P.E.B.A. - Piano per l'Eliminazione delle Barriere Architettoniche. Adozione), dopodiché entro il 27 settembre possono essere presentate al Comune (all’ufficio Protocollo o tramite pec) delle osservazioni ovvero richieste di modifica o integrazione delle criticità rilevate e delle soluzioni proposte.

Aggiornamenti

Per aggiornare il Peba di Albignasego è stato incaricato un professionista di redigere la sua revisione, alla quale si sono aggiunti gli apporti delle associazioni, dell’Istituto comprensivo e dei comitati di quartiere. Ricevuta, infatti, la prima bozza della relazione redatta dall’architetto, il Comune di Albignasego ha coinvolto le associazioni del territorio che si occupano di persone anziane e disabili, l’Istituto comprensivo scolastico e i Comitati di Quartiere. Nel mese di marzo l’amministrazione, i tecnici comunali e il progettista hanno incontrato le cooperative Solaris, Coislha e Voi&Noi e le associazioni Anziani, Auser e In-oltre, oltre alla dirigente scolastica: tutti attori primari che operano con la realtà della disabilità e della Terza età e che ben conoscono, pertanto, le difficoltà che le barriere architettoniche comportano alle persone con deprivazione motoria e sensoriale.

Comitati di quartiere

Oltre a queste realtà, i contenuti del Piano sono stati illustrati anche ai rappresentanti dei Comitati di quartiere, che hanno portato i propri suggerimenti. Recepiti i quali è stata, quindi, stilata una lista di interventi da realizzare nei prossimi tre anni, con un impegno di spesa preventivato in circa 530 mila euro. «Nella pianificazione dei nuovi interventi di manutenzione di strade e marciapiedi, attualmente in corso» annuncia il sindaco Filippo Giacinti «sono già stati inseriti contestualmente alcuni lavori di abbattimento delle barriere architettoniche, tra quelli pervenuti dai cittadini e dal professionista incaricato di redigere il Peba». Prima di passare alla redazione preliminare del progetto, che sarà approvato dal Consiglio comunale, i cittadini hanno comunque la possibilità di presentare le proprie eventuali osservazioni. Il Comune di Albignasego aveva già adottato un Piano per l’abbattimento delle barriere architettoniche nel 2008: il nuovo elaborato si configura, pertanto, come un suo aggiornamento, con lo scopo di rendere ancora più fruibile sia il territorio urbano che gli edifici pubblici. La situazione odierna vede la totalità degli edifici di proprietà del Comune accessibili da persone con scarsa capacità motoria e lungo le strade e i marciapiedi le situazioni che pongono un ostacolo difficile da superare non sono numerose. Tutti gli edifici scolastici, inoltre, sono stati dotati di elevatori meccanici. Questo grazie ai cospicui investimenti economici degli ultimi anni e alla costante partecipazione dei cittadini alla gestione della “cosa pubblica”, attraverso continue, puntuali segnalazioni fatte pervenire in municipio. Tuttavia, con l’aggiornamento del piano, l’amministrazione ha voluto analizzare in maniera ancora più dettagliata la situazione degli edifici e del territorio, considerando anche che la Regione Veneto ha espresso la volontà di finanziare interventi mirati all’abbattimento delle barriere architettoniche, che impediscono di entrare negli spazi pubblici o di muoversi agevolmente lungo la pubblica via e che non riguardano soltanto le persone con disabilità, ma anche le persone anziane e pure le neomamme che si muovono a piedi con i loro bambini, spingendo la carrozzina o il passeggino.

Giacinti

Il nuovo piano è andato così ad analizzare ogni singolo quartiere nei punti di maggior interesse, nei quali i collegamenti e i percorsi devono essere liberi da barriere ed utilizzabili da tutta la cittadinanza, e ogni edificio pubblico, in primo luogo quelli scolastici. «L’inclusione è una delle priorità di intervento che ci siamo dati come Amministrazione» prosegue il sindaco Giacinti, «tanto che abbiamo individuato, all’interno dell’organico comunale, un’assistente sociale che funga da riferimento specifico per l’area della disabilità. Il percorso per superare ogni forma di barriera, fisica e culturale, ad Albignasego, è sempre stato molto partecipato, non solo in questa fase di stesura dell’aggiornamento del Peba, ma anche nelle tante iniziative realizzate grazie al lavoro del Tavolo dell’inclusione».


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pronto il piano per eliminare le barriere architettoniche ad Albignasego

PadovaOggi è in caricamento