Vendetta personale dietro le auto rigate: era stanco dei parcheggi davanti al negozio

Non si è trattato di raid vandalici casuali, ma di un commerciante esasperato dal parcheggio selvaggio che ha deciso di farsi giustizia da solo danneggiando una serie di veicoli

Hanno passato due mesi di tensione i residenti di via Montegrappa a Mestrino, che spaventati dalle tante automobili trovate pesantemente graffiate ormai preferivano parcheggiare in altre zone.

Le segnalazioni

La firma era sempre identica, a conferma del fatto che fosse un individuo preciso a prendersela con i veicoli. Sempre nella stessa via, sempre nello stesso modo. Tra marzo e maggio sono stati sette i proprietari di altrettante macchine che si sono rivolti ai carabinieri di Mestrino per segnalare danni alla carrozzeria. In tutti i casi le auto erano state rigate con una chiave lungo le fiancate e sul cofano mentre erano parcheggiate lungo la strada. A quel punto è bastato qualche appostamento per far capire che non poteva trattarsi di un semplice vandalo: dietro ai danneggiamenti c'era qualcosa di personale e ad essere denunciato è stato un 65enne del posto.

Le scuse

Sentito dai militari che ormai avevano stretto il cerchio attorno a lui, l'uomo ha confessato di aver rigato le sette auto perché infuriato con i proprietari, colpevoli a suo dire di parcheggiare senza criterio davanti al suo negozio, ostruendo il passaggio e rendendolo poco visibile alla clientela. Conosciuto in paese per il suo carattere irritabile, il commerciante si è detto dispiaciuto per l'accaduto e pronto a scusarsi con le persone rimaste vittima della sua ira.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - Coronavirus: morto Adriano Trevisan, altri 9 casi accertati a Vo'. Università chiuse

  • Michele, con la famiglia in isolamento per senso di comunità

  • Coronavirus: primi due casi sospetti nel Padovano, l’ospedale di Schiavonia verrà svuotato

  • Coronavirus, la lettera del sindaco Giordani ai padovani

  • Governo, decreto straordinario: Vo' "sigillata" per quindici giorni, non si potrà entrare o uscire

  • Infarto durante l'ora di lezione a scuola: grave una studentessa di 14 anni

Torna su
PadovaOggi è in caricamento