Mobili nuovi a costo zero: arreda la casa senza sborsare un euro ma la ditta lo denuncia

Nei guai uno straniero residente nei colli Euganei: ha riarredato una stanza della casa con il mobilio acquistato e mai pagato in un grande magazzino, che si è rivolto ai carabinieri

L'acquisto del mobilio per la sua casa di Teolo ha finito per procurargli una denuncia, perchè invece di saldare il conto con il negozio ha posticipato a lungo il pagamento, accampando una infinita serie di scuse che ha portato allo stremo la ditta, costretta a rivolgersi alle forze dell'ordine.

La merce sottratta

L'uomo, un 35enne di origine cubana ma residente nella zona dei Colli, aveva scelto il negozio Conforama di Veggiano per acquistare alcuni pezzi di arredamento. Dopo alcuni giri nel grande magazzino, si è accordato con il personale per portare a casa il mobilio e pagare subito dopo gli 850 euro di merce: soldi mai arrivati nelle casse della ditta, nonostante scaffali e mobili fossero tranquillamente sistemati nell'abitazione da diverse settimane.

Le ricerche

Inutili i solleciti e le telefonate per veder saldare il conto: il cubano ha continuato a rimandare il pagamento e i titolari, che di fatto avevano ormai perso la merce, hanno raccontato tutto ai carabinieri. Accertata l'identità dell'acquirente e verificato che l'arredamento era in suo possesso, i militari di Teolo, Torreglia, Abano e Mestrino lo hanno denunciato per insolvenza fraudolenta.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Tragico schianto sulla Piacenza-Brescia: muore autotrasportatore padovano

  • Linea Verde fa tappa a Padova: il fiume Brenta e la zona del Piovese protagonisti su Rai 1

  • Cantine aperte, degustazioni, fiere, concerti e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento