Presta l'auto ai dipendenti: non gliela restituiscono e si licenziano

Due lavoratori romeni di una ditta di autotrasporti del Cittadellese hanno approfittato della disponibilità del titolare chiedendogli a prestito una Lancia Lybra dell'azienda per tornare qualche giorno in patria

In teoria doveva essere una toccata e fuga per fare un saluto a casa e, per il viaggio, due lavoratori romeni di una ditta di autotrasporti del Cittadellese hanno approfittato della disponibilità del titolare chiedendogli a prestito una Lancia Lybra dell'azienda per tornare appunto solo per qualche giorno in patria.

LA DENUNCIA. Come da programma, in effetti, i due hanno fatto ritorno in Italia, però senza l'auto aziendale. Già in Romania i dipendenti avevano telefonato al proprietario avvisandolo che il mezzo era fermo in un'area di servizio del paese dell'Est, senza specificare la località e i motivi. Al rientro in Italia senza la Lybra e senza fornire giustificazioni plausibili, i due si sono licenziati e resi irreperibili. I carabinieri di Tombolo hanno provveduto alla denuncia a piede libero per appropriazione indebita dei due ex dipendenti romeni: il 38enne V.D. e il 43enne V.P., entrambi con residenza in Lombardia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce dal garage con la Porsche e si maciulla una gamba: grave incidente per un assicuratore

  • Dramma nella Bassa: si è tolto la vita Stefano Farinazzo, sindaco di Casale di Scodosia

  • Tra incredulità e gioia: al ristorante Radici di Padova si presenta Martin Scorsese

  • Gioca 5 euro, ne incassa 500mila: colpaccio col "Gratta e Vinci" in provincia di Padova

  • Ristorante la sera, discoteca abusiva la notte: dopo il blitz stop ai balli

  • Gravissimo scontro tra un'auto e un camion: muore una donna di 52 anni

Torna su
PadovaOggi è in caricamento