Inflazione, Coldiretti Padova, deflazione nei campi con un -30% nei prezzi della frutta

In controtendenza all’aumento del carrello della spesa. Nella Bassa Padovana invece agli agricoltori pochi centesimi per mele e pere già decimate dalla cimice

In controtendenza all’aumento del carrello della spesa, è deflazione nei campi dove gli agricoltori si vedono oggi pagare la frutta, dalle albicocche alle pesche fino alle susine, pochi centesimi, circa il 30% in meno rispetto allo scorso anno e al di sotto dei costi di produzione, per colpa delle distorsioni lungo la filiera e delle importazioni selvagge di prodotto straniero di bassa qualità spacciato per italiano che invade il mercato provocando squilibri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inflazione e costi bassi

E’ quanto denuncia la Coldiretti nel commentare i nuovi dati Istat sull’inflazione ad agosto. Gli agricoltori – sottolinea la Coldiretti – per potersi permettere un caffè devono vendere tre chili di frutta sulla quale pesano quest’anno i drammatici attacchi della cimice asiatica che nelle regioni del Nord. Anche nella Bassa Padovana l’insetto alieno ha distrutto i raccolti in numerose aziende, con perdite superiori al 50 per cento e danni per oltre 25 milioni di euro. Nella nostra provincia a farne le spese sono soprattutto mele e pere, già decimate dalle cimici e ora pagate pochi centesimi ai produttori che vedono scomparire la propria redditività. Una emergenza – aggiunge Coldiretti Padova -  sulla quale deve intervenire il nuovo Governo con un adeguato finanziamento del fondo di solidarietà nazionale sulle calamità ed una sburocratizzazione del sistema che consenta interventi piu’ rapidi in caso di queste emergenze.  Per ottimizzare la spesa, ottenere il miglior rapporto prezzi-qualità e aiutare il proprio territorio e l’occupazione in questo momento di difficoltà, il consiglio della Coldiretti è quello di acquistare frutta, verificare l’origine nazionale, acquistare prodotti locali che non devono subire grandi spostamenti, comprare direttamente dagli agricoltori nei mercati o in fattoria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in serata lungo la Pelosa: morti due padovani, un ferito grave

  • Live - In serata morto un 47enne. Ripartenza, tornano i pranzi sui colli

  • Gravissimo incidente nella serata: un decesso e due persone ferite nello schianto

  • Coronavirus, Zaia: «Dal primo giugno non ci sarà più l'obbligo della mascherina all'aperto»

  • Zaia: «Dal primo giugno via la mascherina. Si indossa solo quando serve»

  • Coronavirus, Zaia: «L'Azienda Ospedaliera di Padova? Nessuno mette in discussione Flor»

Torna su
PadovaOggi è in caricamento