Debutta la “Scuola di comunicazione in ambito sanitario”: come trovare le “parole giuste” per rapportarsi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Prima lezione incentrata sul ruolo e l’importanza della parola e delle parole nel percorso di cura L’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Padova inaugura la “Scuola di Comunicazione in ambito sanitario” che si propone, attraverso un ciclo di 7 eventi dall’8 giugno all’1 dicembre, di fornire strumenti concreti per favorire l’acquisizione di abilità comunicativo-relazionali che consentano ai professionisti medici di riflettere sulla comunicazione nel contesto delle cure, ma anche che permettano loro di saper meglio governare la complessità delle relazioni di cura nei momenti più delicati e difficili, nonchè di migliorare la comunicazione tra colleghi in una sinergia cooperativa.

L’evento inaugurale si terrà venerdì 8 giugno alle ore 14.30 c/o la Sede dell’Ordine dei Medici in via San Prosdocimo 6, Padova.

SCARICA LA LOCANDINA DELL'EVENTO

“La cura è una costante antropologica e la medicina è l’arte del curare, prendendosi cura. Al medico - anticipa il Presidente ordinistico Paolo Simioni - è richiesta una solida preparazione scientifica, garanzia di competenza professionale e un’accurata preparazione comunicativo-relazionale, garanzia del suo saper prendersi cura. Per sostenere i professionisti medici nell’assolvere questo importante compito, l’Ordine patavino ha fortemente voluto un percorso di formazione: una Scuola di Comunicazione capace di fornire, nella cornice della teorica sistemica e della complessità, strumenti e competenze per gestire al meglio i momenti comunicativi di maggiore impegno professionale, un contributo importante a protezione del professionista e della relazione medico paziente. Le abilità comunicativo-relazionali sono del resto anche alla base di migliori relazioni tra professionisti e trasformano le differenti competenze, in sinergie cooperative”. Attraverso questa Scuola, coordinata dalla dottoressa Antonella Bau, i medici aumenteranno la sensibilità nel valutare la portata dei messaggi che trasmettono, ridurranno le comunicazioni disfunzionali, faranno prevenzione del burnout, con beneficio di tutti gli attori della cura.

Il primo evento in calendario (vedi programma allegato) vuole fornire ai professionisti gli strumenti per costruire una comunicazione più efficace, rifondando il linguaggio e utilizzando i nuovi media nella cornice deontologica. All’evento porteranno i saluti il direttore generale dell’Ulss 6 Euganea Dott. Domenico Scibetta, il direttore generale dell’Azienda Ospedaliera di Padova Dott. Luciano Flor, il direttore scientifico dello I.O.V. di Padova Prof. Giuseppe Opocher, il prorettore dell’Università di Padova Prof.ssa Patrizia Burra, la consigliera comunale Dott.ssa Silvia Giralucci e il direttore della Scuola Medica UNIPD Prof. Mario Plebani.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento