Mercoledì, 19 Maggio 2021
Corsi&Formazione

Una scuola per fare i baby-sitter ad Abano Terme, 22 i comuni coinvolti

I corsi, organizzati dalla cooperativa sociale Sos Educazione di Bovolenta, inizieranno ad ottobre alla biblioteca civica della località termale. Le famiglie potranno accedere ai nominativi dei partecipanti

Il progetto, realizzato dalla cooperativa sociale Sos Educazione di Bovolenta, prenderà il via in ottobre ed Abano Terme. Un corso di formazione per baby-sitter, che darà la possibilità di imparare il mestiere, ma anche di di accedere alle liste utilizzate dai 22 comuni che aderiscono all'iniziativa "progetto baby-sitter”.

LE FAMIGLIE. I comuni, infatti, potranno fornire agli interessati l’elenco delle persone che hanno portato a termine con successo il percorso formativo, superando la prova finale. Le famiglie che lo vorranno potranno così accedere gratuitamente, previa compilazione del modulo di adesione scaricabile dal sito www.soseducazione.it, all’elenco intercomunale redatto e gestito dalla cooperativa sociale Sos educazione di Bovolenta, per cercare la baby-sitter maggiormente indicata alle esigenze dei figli e alla gestione familiare. Nell’elenco compaiono, oltre ai nominativi, il comune di residenza, l’anno di nascita, il numero di telefono e brevi informazioni sulla disponibilità oraria e sulla reperibilità di ogni baby-sitter.

LA SCUOLA. Il corso è aperto a tutte le persone, residenti e non residenti, uomini o donne che hanno predisposizione e passione per questo lavoro; non sono richiesti titoli educativi particolari, ma volontà e voglia di mettersi in gioco per svolgere tale attività con senso di responsabilità. Le lezioni teorico-pratiche si svolgeranno nella biblioteca civica di Abano Terme ogni martedì a partire dal 7 ottobre, dalle ore 9 alle ore 12. Gli incontri saranno 11 in totale, al termine dei quali, il 16 dicembre, verrà consegnato l’attestato di frequenza.

IL SINDACO. “Con questo ciclo di incontri si intende offrire alle persone interessate a svolgere questo lavoro, un significativo momento di formazione e qualificazione, con la convinzione che lo stesso si tradurrà in un ulteriore servizio a vantaggio dei bambini e delle famiglie - ha dichiarato il sindaco Luca Claudio - auspicando una numerosa partecipazione agli incontri e un buon esito degli stessi, mi auguro che le mamme e i papà potranno percepire la nostra vicinanza e sentirsi concretamente supportati nel quotidiano e notevole impegno di gestione della famiglia”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una scuola per fare i baby-sitter ad Abano Terme, 22 i comuni coinvolti

PadovaOggi è in caricamento