“Le Certose di Padova”, presentazione volume di Franco Benucci a La Forma Del Libro

Le certose di Padova
a cura di Franco Benucci

MARTEDÌ 24 GENNAIO 2017 | ORE 18.15

laformadelibro
Via XX Settembre 63 | Padova

Interventi
Franco Benucci
Franco De Checchi
Curatore e coautore del volume


Opera vincitrice del
Premio Gateano Cognolato
per la storia del Padovano
(Premi Brunacci Monselice 2016)



DOMENICA 22 GENNAIO 2017 | ORE 09.30

CERIMONIA DI PROCLAMAZIONE DEI VINCITORI
PREMI BRUNACCI 2016
Auditorium Kennedy
Via Alcide de Gasperi 20
Monselice (Pd)

- martedì 24 gennaio, ore 18.15, per il primo appuntamento della rassegna d’arte “I Martedì ad Arte” gli autori FRANCO BENUCCI e FRANCO DE CHECCHI presentano il libro “LE CERTOSE DI PADOVA” (Premio Gaetano Cognolato per la storia del Padovano).

Il libro. Il volume ricostruisce su base documentaria storia, vita, architettura e opere d’arte delle varie fasi della casa certosina di Padova, dedicata ai santi Girolamo e Bernardo. Alla certosa ‘vecchia’ – installata nel 1449 per legato testamentario del vescovo Pietro Donà poco fuori porta Codalunga, negli edifici del soppresso monastero benedettino femminile di San Bernardo (fondato nel 1228), evacuata nel 1509 e demolita nel 1510 per l’assedio cambraico e il successivo guasto difensivo imposto da Venezia attorno alle mura della città – seguì infatti quella ‘nuova’, tuttora esistente presso Vigodarzere, la cui costruzione iniziò nel 1524 e si trascinò per oltre un secolo senza mai giungere a termine: dopo un trentennio di erranza presso varie case d’affitto in città, i monaci andarono a risiedervi nel 1538, a cantiere aperto e diretto in successione dai proti Andrea Moroni (†1560) e Andrea da Valle (†1578). Soppressa a sua volta dalla Repubblica veneta nel 1769, la certosa passò nella proprietà di varie famiglie nobili, che la trasformarono via via in opificio, villa padronale e azienda agricola fino alla decadenza innescata dalle conseguenze dei due conflitti mondiali.

Gli autori. Franco Benucci, ricercatore di Linguistica presso l’Università di Padova – Dipartimento di Scienze Storiche, Geografiche e dell’Antichità, unisce agli interessi disciplinari quelli relativi all’araldica e alla storia, arte e cultura di Padova e del Veneto. Autore di varie pubblicazioni scientifiche e divulgative relative alla conoscenza, tutela e valorizzazione dei beni storici e monumentali della città e del territorio, è membro dell’Ateneo Veneto di Scienze Lettere ed Arti, della Societas Veneta di Storia Religiosa e del Centro per la storia dell’Università di Padova. Franco de Checchi collabora da vent’anni con le principali riviste padovane di storia locale: Padova e il suo territorio, Terra d’Este, Saccisica e Alta Padovana. Ha all’attivo la pubblicazione di una cinquantina di lavori, tra i quali alcune monografie e collaborazioni in volumi a più mani. I suoi campi di interesse sono principalmente la storia dell’emigrazione, le vicende minori dell’Ottocento e del Novecento e i profili biografici. Tra i lavori più importanti si segnalano “Rivederci nell’America. Storia e testimonianze di un secolo di emigrazione anguillarese” (2003) e la collaborazioni ai due volumi del “Atlante storico della Bassa Padovana”.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • “Van Gogh. I colori della vita”, mostra al Centro culturale San Gaetano

    • dal 10 ottobre 2020 al 11 aprile 2021
    • Centro Culturale Altinate San Gaetano
  • Mostra “I Macchiaioli. Capolavori dell'Italia che risorge” a palazzo Zabarella

    • dal 24 ottobre 2020 al 18 aprile 2021
    • Palazzo Zabarella
  • Tour guidato a Padova: "Storia e bellezza non si perdono col tempo"

    • 6 marzo 2021
    • Alla Fontana di Prato della Valle
  • James Blunt in concerto alla Kioene arena

    • 24 marzo 2021
    • Kioene Arena
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    PadovaOggi è in caricamento