Boom di iscrizioni e record di fatturato: anno accademico stellare per la padovana Sid

Scuola Italiana Design, divisione formazione del Parco Scientifico Galileo Visionary District, ha un tasso di occupazione post diploma superiore al 90%, 220 studenti e collaborazioni con decine di aziende e istituzioni internazionali

Gli studenti della Scuola Italiana Design

Scuola Italiana Design, divisione formazione del Parco Scientifico Galileo Visionary District, chiude l'anno accademico 2018-2019 con 2 nuovi record: l'uno relativo al numero degli studenti accolti nelle sua aule di Corso Stati Uniti, arrivati per la prima volta a ben 220 studenti; il secondo invece riguarda la crescita del numero delle iscrizioni, il 40% in più di quanti non fossero nell'anno accademico 2014-2015, quello di riferimento per il precedente percorso triennale oggi concluso.

Nuovi diplomati

Per quest'anno i nuovi diplomati sono 55 in nuovi diplomati in Design della Comunicazione e del Prodotto sono 55. Le ragazze e i ragazzi della due sezioni (A e B) del terzo anno di Sid chiudono così un percorso di studi che per 3 anni li ha formati i in 5 aree disciplinari complementari tra loro: Product, Visual, Human Science, Management e Multimedia. Pilastri di un approccio aggiornato al profilo contemporaneo di questa professione che garantisce loro un tasso di occupazione ad un anno dal diploma che si attesta attorno al 90%.

Collaborazioni e fatturato

I neo designer si affacciano dunque ad un mondo del lavoro pronto ad accoglierli perché forti di un percorso di avvicinamento alle esigenze del mercato che ha visto SID, solo in quest'ultimo anno, collaborare con 20 diverse aziende e istituzioni nazionali e internazionali. Tra le tante FITT (tubi flessibili), RONCATO (valigeria), DAL NEGRO (carte da gioco e giochi da tavolo), SISMA (meccanica di precisione), ELITE (accessori per il ciclismo), MARCATO (macchine per la pasta). Un approccio che ha garantito a Scuola Italiana Design di sfiorare per questo anno accademico i 1,3 milioni di euro di fatturato complessivo. Un percorso, quello che ha visto i neodiplomati impegnati per 3 anni, arricchito da format consolidati come i Master Project (3 mesi di progettazione in co-docenza che simula l’attività di una vera e propria design agency), i Workshop (settimane fullimmersion dedicate al concept design e all’envisioning) e i Camp (vere e proprie hackathon creative che si fondano sull’utilizzo della metodologia del design thinking di cui Scuola Italiana Design è pioniera in Italia. Un modello i cui risultati hanno permesso a SID di partecipare con un proprio progetto in collaborazione con l'azienda di illuminazione Axolight, al Salone del Mobile di Milano (dopo 3 anni consecutivi con progetti sperimentali presentati al Fuorisalone).

Relazioni internazionali

Ma i 34 docenti di SID (erano 16 nell'anno accademico 2014-2015) hanno garantito ai propri studenti anche un percorso solido di relazioni internazionali, attraverso il programma Erasmus+ (finanziato dall’Unione Europea per il quinto anno consecutivo). Dalla VDA Vilnius Academy of Arts (Lituania) alla Gdansk Academy of Fine Arts (Polonia) passando per l'Università Paris Ouest Nanterre (Francia) gli studenti possono contare su esperienze internazionali sempre più richieste da un tessuto economico che guarda oltre i confini nazionali per il proprio business. «È nell'equilibrio tra una didattica multidisciplinare e le collaborazione con le imprese di svariati settori merceologici che sta il vero valore aggiunto di Scuola Italiana Design» spiega il direttore del Galileo Visionary District Emiliano Fabris. «Un sistema di fattori disegnato per stimolare al meglio lo sviluppo delle competenze dei nostri studenti che consente loro di essere pronti alle sfide di un mondo della professione che chiede interdisciplinarietà e elasticità creativa. Un modello il cui valore è confortato dai dati sul tasso di occupazione ad un anno dal diploma dei nostri studenti».

Galileo Visionary District

Galileo Visionary District è il Parco Scientifico e Tecnologico di Padova. Nato nel 1997, è una Società Consortile per Azioni i cui soci di riferimento sono Camera di Commercio di Padova, Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Comune di Padova, Università di Padova. Forte di un gruppo di oltre 50 collaboratori fra dipendenti diretti e consulenti, un fatturato annuo oltre i 2 milioni di euro e un portfolio di collaborazioni che contano molti dei grandi gruppi industriali italiani ed internazionali, ll Galileo Visionary District ha la sua mission nel sostenere la competitività del territorio attraverso l’erogazione di servizi di supporto ai processi innovativi delle imprese sopratutto negli ambiti del design (nelle direzioni industrial, digital, graphic e brand design), dei materiali innovativi ed delle tecnologie ad essi legate (scouting tecnologico e trasferimento tecnologico), del supporto al business development e alla nascita di nuove imprese innovative, al marketing e alla comunicazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prestigioso: alla professoressa padovana Daniela Lucangeli lo "Standout Woman Award"

  • Università di Padova: laurea ad honorem a Patti Smith e concerto alla Sala dei Giganti

  • Indeep, nasce la scuola delle nuove professioni sociali

  • Qual è la migliore scuola superiore di Padova? Ce lo dice Eduscopio 2019

  • 40 aziende, 16 istituti e un obiettivo: iniziata la "Pmi Week" di Assindustria Venetocentro

  • Per essere davvero "Liberi di Scegliere": la guida all'orientamento scolastico

Torna su
PadovaOggi è in caricamento