menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mercato dell'auto: Padova in controtendenza (+3,44%) rispetto al dato nazionale (-12,3%)

Bene Fiat che con 342 immatricolazioni contro le 277 dello stesso mese del 2020 aumenta del +23,47%, mentre nel bimestre il guadagno si limita ad un +5,48%

Per tutto l’anno scorso il dato padovano era, punto in più punto in meno, in linea con quello regionale e nazionale. A febbraio non più. Infatti, mentre a livello nazionale le immatricolazioni di nuove autovetture hanno fatto registrare, nel mese, un -12,3% ed in regione un -2,79%, nel padovano si è registrata una, seppur piccola, controtendenza: +3,44%.

Prospettive poco rosee

«Una rondine – commenta Massimo Ghiraldo, presidente dei concessionari dell’Ascom Confcommercio di Padova – non fa primavera ed infatti, se guardiamo al dato aggregato di gennaio e febbraio, ritorniamo in rosso del -4,31% e le prospettive non sono affatto rosee». In effetti la situazione fa presagire un drammatico e ulteriore peggioramento quando prevedibilmente a fine marzo, inizio aprile, i fondi destinati agli incentivi saranno esauriti. «E’ auspicabile – continua Ghiraldo – che il governo Draghi decida di rinnovare quanto prima il sistema degli incentivi che rappresenta anche un grosso assist per l’ambiente: non per nulla l'incentivazione governativa dei mesi estivi è stata utilizzata per una quota intorno al 60% per l'acquisto di auto 'verdi' ed Euro 6 a fronte della rottamazione di vetture obsolete e inquinanti».

Vendite dei singoli marchi

Per quanto attiene, invece, alle vendite per singoli marchi, significativa, per quanto riguarda quelli che hanno immatricolato più di 100 vetture nel mese, la performance del neogruppo Stellantis: va bene infatti Fiat che con 342 immatricolazioni contro le 277 dello stesso mese del 2020 aumenta del +23,47%, mentre nel bimestre il guadagno si limita ad un +5,48%. Bene anche Peugeot che con 150 auto immatricolate migliora il dato di un anno fa del +13,64% e dell’8,51% sul bimestre e bene Citroen che con 133 vetture migliora del +9,92% nel mese e del +4,80 nel bimestre. Tutti gli altri marchi “over 100” segnano passi indietro anche se non particolarmente significativi. Volkswagen scende del -7,96%, Opel del -6,20, Toyota del -3,82%, mentre Kia limita la discesa al -0,96% e, infine, Ford, con 124 auto immatricolate, conferma il numero esatto del medesimo mese dell’anno scorso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento