menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pagamenti in ritardo ai fornitori: il Comune cede il credito alle banche

Saranno le banche ad anticipare quanto dovuto al fornitore, diventando il soggetto creditore nei confronti dell'Ente. 20 milioni di euro il plafond di crediti potenzialmente soggetti a cessione per risolvere il problema dei tardati pagamenti

Il Comune salderà i propri debiti con i fornitori tramite lo strumento della cessione del credito pro soluto: saranno le banche ad anticipare quanto dovuto al fornitore, diventando il soggetto creditore nei confronti dell'Ente.

Le regole del Patto di stabilità interno comportano di fatto un blocco dei pagamenti per spese di investimento anche se tali spese sono conseguenti ad obbligazioni legittimamente assunte dagli Enti e indipendentemente dalla presenza di liquidità
 
20 milioni di euro il plafond di crediti potenzialmente soggetti a cessione per risolvere il problema dei tardati pagamenti che crea un danno ai fornitori dell'amministrazione comunale. La durata massima della cessione del credito sarà di 12 mesi dalla data della notifica della cessione al Comune e la soglia minima di ogni cessione di credito l'importo sarà di , che potrà risultare anche dalla somma di singoli crediti inferiori.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento