menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sanità, estese le modalità di accesso alle cure odontoiatriche

La Giunta Regionale del Veneto ha approvato una delibera con cui vengono estese le modalità di accesso alle prestazioni sanitarie di specialistica ambulatoriale della branca “Odontostomatologia”

La Giunta Regionale del Veneto - su proposta dell’assessore alla sanità Manuela Lanzarin - ha approvato una delibera con cui vengono estese le modalità di accesso alle prestazioni sanitarie di specialistica ambulatoriale della branca “Odontostomatologia”.

La delibera

Spiega l'assessore Lanzarin: «Il provvedimento, in particolare, allarga ai cittadini non vedenti e sordi la categoria riferita alla “vulnerabilità sanitaria”. Contemporaneamente, quella riferita alla “vulnerabilità sociale” è stata estesa ai pazienti titolari di esenzione (7R2) perché di età inferiore ai 6 anni o superiore ai 65 e appartenenti ad un nucleo familiare fiscale avente un reddito complessivo lordo riferito all’anno precedente non superiore a € 36.151,98. Con questo provvedimento, inoltre, si dispone che le tariffe attualmente vigenti siano mantenute, specificando che la copertura per gli oneri relativi all’erogazione, in regime di esenzione. delle prestazioni riguardanti l’odontostomatologia che ammontano a 100.000 euro trovino copertura nell’ambito delle quote provenienti dalla ripartizione delle risorse del fondo sanitario regionale». La delibera approvata, infine, delinea l’avvio di una sperimentazione, della durata di un anno, di una struttura ambulatoriale dedicata alle emergenze odontostomatologiche, attiva 24 ore su 24 nei giorni festivi e prefestivi. La sede prevista è presso l’Ulss 8 Berica di Vicenza e, per l’anno 2020, avrà un finanziamento di 180.000 euro. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento