menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un tripudio di colori e musica, per fare beneficenza divertendosi: torna a Padova l’Holi Summer Tour

Allo Sherwood Festival sabato 16 giugno, con uno scopo solidale: sostenere la Fondazione Fratelli Dimenticati, Onlus di Cittadella che aiuta i bambini audiolesi in India

Obiettivo: battere i numeri dello scorso anno. Torna allo Sherwood Festival l’Holi Summer Tour: nel 2017 la tappa patavina ha registrato il record assoluto di circa 20mila partecipanti di tutte le età che si sono scatenati fino a mezzanotte, immersi in enormi nuvole arcobaleniche.

Holi 3-2

Info e artisti

L’ “esperienza multisensoriale” (l’Holi è divenuto in breve tempo un vero e proprio fenomeno dell’estate, studiato addirittura da sociologi per il suo potere di calamitare migliaia di persone) si ripeterà nel parcheggio Nord dello stadio “Euganeo” di Padova sabato 16 giugno dalle ore 16 fino alle 2 di notte. E sarà un tripudio di arcobaleni, countdown e special guests. Ad esibirsi infatti sul palco padovano ci saranno Samuel Heron e Ernia, oltre al collettivo di dj Riverbros. Samuel Heron, classe 1991, è uno dei più particolari rapper sul suolo italiano, la cui musica si ispira all’afrotrap e alla Dub di Diplo e dei Major Lazer . Il suo singolo "È illegale" ha superato in poco tempo il milione e mezzo di visualizzazioni. Ernia, rapper milanese del 1993, il suo stile è cupo e riflessivo, tra rap conscious e arroganza cafona che lo contraddistingue dalla maggior parte degli altri artisti nazionali. L’anno scorso ha rilasciato il suo primo album ufficiale "Come uccidere un usignolo" a cui è seguito "67", cofanetto doppio arricchito dai featuring con Mecna e Guè Pequeno.

Raccolta fondi

Oltre alla musica e al divertimento, però, ciò che distingue il Festival dei colori dagli altri format che lo imitano (sull’onda della viralità del fenomeno) è lo scopo solidale di Fabio Lazzari e Marco Bari, event manager che hanno importato per primi in Italia la tradizionale festa indiana. Ed è proprio al grande stato asiatico che rivolgono le proprie attenzioni: fin dall’esordio del festival, infatti, Lazzari e Bari raccolgono fondi per la Fondazione Fratelli Dimenticati che aiuta i bambini audiolesi di un villaggio in India. La Fondazione Fratelli Dimenticati è una Onlus di Cittadella che finanzia un progetto a Nandanagar, un villaggio nel Nord-Est dell’India dove nel 2006 è stata istituita la Ferrando School, un istituto che accoglie bambini audiolesi con l’obiettivo di intervenire precocemente nella diagnosi e nella cura della sordità attraverso percorsi terapeutici.

Holi 2-3-2

La storia di Holi

Holi - Il Festival dei colori nasce alcuni anni fa dalle menti di due event manager veneti, Fabio Lazzari e Marco Bari, i primi a portare in Italia il format. L’Holi on tour si ispira alla tradizionale festa indiana e lo mixa con dj set dall’elettronica al rap del collettivo Riverbros. Degli esordi di Padova e Vicenza se n’è parlato molto sul web, con le foto del bacio diventate virali su Facebook e su Instagram. Poi il format è diventato nazionale. Da Macerata a Bologna, passando per Firenze e Roma fino a Venezia e Trieste, ha toccato tutta Italia, dalle spiagge alle città. Il Festival è stato anche protagonista delle riprese del film “Forever Young” con l’attore Fabrizio Bentivoglio ed il fenomeno del selfie colorato è stato oggetto di studio sociologico. Una vera e propria moda che ha spopolato ovunque e che tappa dopo tappa ha registrato numeri di partecipanti da capogiro. In particolar modo, l’Holi Summer Tour 2017 ha raggiunto la quota record di quasi 200 mila presenze totali. Ulteriori info su nfo su www.holiontour.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento