Attualità

Bilancio sociale del Maap, Saia: «Non vendiamo solo frutta, abbiamo un ruolo culturale»

I risultati elaborati da Filippo Ozzola di Poleis hanno evidenziato una crescita delle attività in collegamento con la città che si sono sviluppate nel campo della solidarietà

Il Maap, Mercato Agro Alimentare di Padova, presenta il suo secondo bilancio sociale. Una scelta fortemente voluta e portata avanti dal presidente, Maurizio Saia, all’interno del percorso di trasparenza e di apertura alla città del mercato padovano. «Continuando quanto iniziato lo scorso anno abbiamo deciso di sviluppare questo strumento che è anche l’occasione di analizzare e condividere con la città anche tutti quegli aspetti che vanno oltre il mero aspetto contabile ed economico e che sono uno dei motivi della presenza pubblica all’interno del mercato - dice Saia - .Maap non è solo un attore economico ma svolge anche una funzione sociale e culturale, interagendo con il territorio e con il tessuto cittadino. I dati più recenti diffusi da Coldiretti dicono che negli ultimi 5 anni il consumo di frutta e verdura è calato del 20%; la strategia per riprendere questi consumatori è spingere molto sulle campagne di informazione e di educazione alimentare, cosa che noi stiamo facendo assieme all’Ulss. Abbiamo iniziato un cammino, lo stiamo portando avanti ed il bilancio sociale è la nostra bussola. Aggiungo che quest’anno proprio per tener fede alla vocazione internazionale del MAAP sarà presente anche con la versione in inglese».

Poleis

Filippo Ozzola coordinatore per Poleis del Bilancio Sociale spiega il metodo seguito per la creazione di questo strumento: «Il secondo anno del bilancio sociale ci dà la possibilità di confrontare i risultati del primo anno con quelli del 2022. Il senso di un bilancio è quello di analizzare i dati e confrontarli con quelli dell’anno precedente, cosa che dalla seconda edizione è finalmente possibile fare. L’analisi dei dati e del loro andamento sono molto utili per comprendere e tarare gli sforzi nel campo sociale del MAAP».

Numeri

I risultati hanno evidenziato una significativa crescita delle attività in collegamento con la città che si sono sviluppate nel campo della solidarietà come attraverso la collaborazione con la Lega Italiana Lotta ai Tumori oltre che alla conferma delle partnership già rodate con il Museo della Medicina, Uls, Royal Padova Cricket, Top Teatri Off di Padova: nel 2023 questo cammino si è ulteriormente sviluppato con nuove importanti iniziative. I risultati elaborati da Filippo Ozzola di Poleis hanno evidenziato una crescita delle attività in collegamento con la città che si sono sviluppate nel campo della solidarietà: «Oltre ai numeri, che sono importanti, mi piace evidenziare come il Maap abbia avuto una funzione sociale - chiude Francesco Cera, direttore generale del Maap - perché ha sostenuto anche i piccoli ambulanti aiutandoli a rimanere dove sono».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilancio sociale del Maap, Saia: «Non vendiamo solo frutta, abbiamo un ruolo culturale»
PadovaOggi è in caricamento