Banca Prealpi SanBiagio dona 100mila euro alle scuole materne paritarie del territorio

L’iniziativa va a sostegno delle scuole dell’infanzia paritarie che già operano con l’Istituto di credito. Le domande di contributo dovranno pervenire entro il 31 luglio

Banca Prealpi SanBiagio, lo storico Istituto di credito cooperativo con sede a Tarzo, nel cuore delle Prealpi trevigiane, continua la propria opera di sostegno tenace al territorio e scende in campo a fianco delle scuole dell’infanzia paritarie che già operano con l’Istituto di credito, con lo stanziamento di un plafond del valore di 100mila euro da devolvere in forma di erogazioni liberali. Un’autentica boccata d’ossigeno per tante scuole materne non pubbliche del territorio, costrette a restare chiuse negli ultimi mesi a causa dell’emergenza sanitaria determinata dal Covid-19.

Come presentare la domanda

Le domande per poter beneficiare di questa importante iniziativa dovranno essere presentate entro il 31 luglio presso le filiali della Banca, secondo le modalità previste dalle procedure riguardanti le richieste di contributi liberali, consultabili sul sito (https://www.bancaprealpisanbiagio.it/territorio/contributi/). Il plafond verrà quindi ripartito tra tutte le scuole richiedenti.

La funzione sociale svolta delle scuole materne

L’iniziativa, fortemente voluta dal Consiglio di Amministrazione di Banca Prealpi SanBiagio, intende riconoscere e valorizzare l’imprescindibile funzione sociale svolta delle scuole materne paritarie a favore delle comunità, a maggior ragione in una fase complessa come quella che stiamo attraversando. Queste realtà, infatti, erogano un servizio indispensabile per moltissime famiglie del territorio e rappresentano – anche attraverso l’attività dei centri estivi – un nodo essenziale per la ripresa e per il ritorno alla normalità dopo l’emergenza sanitaria.

Contributi straordinari

Inoltre, in aggiunta a questa iniziativa benefica, Banca Prealpi SanBiagio ha stabilito – sotto forma di anticipazione dei contributi straordinari alle scuole paritarie per l’a.s. 2019/2020 previsti dal piano di riparto regionale e assegnazione a saldo della Regione Veneto, per un valore complessivo di 47 milioni – l’erogazione di contributi straordinari destinati alla conservazione ed alla manutenzione ordinaria degli edifici, delle attrezzature e degli impianti, al funzionamento degli stessi e all’acquisto di nuovo materiale didattico e d’uso: tutto quello che serve, insomma, per rendere gli asili luoghi attrezzati, sicuri e confortevoli per i bimbi del territorio.

La richiesta da parte delle scuole materne

Tutte le scuole materne che sono già clienti della Banca, previa apposita richiesta e deliberazione di affidamento, potranno beneficiare di questa iniziativa per la durata massima di un anno e per un valore pari al 100% del contributo straordinario previsto dalla Regione Veneto, sulla base dei dati dichiarati in Anagrafe Nazionale Studenti per l’a.s. 2019/2020, con un tasso fisso dello 0,5%.

«Il contributo e l’impegno della Banca»

«Come Istituto di credito che rappresenta un punto di riferimento per le comunità e per tutto il territorio, abbiamo sempre cercato di prestare una particolare attenzione al mondo della scuola e alle esigenze dei singoli istituti scolastici – ha dichiarato Carlo Antiga, Presidente di Banca Prealpi SanBiagio – Tanto maggiori quindi devono essere il contributo e l’impegno della Banca in una fase complessa come quella che stiamo attraversando, e che ha visto le scuole obbligate a sospendere il loro fondamentale servizio. Questa iniziativa, che si inserisce nel solco della tradizione cooperativa propria del nostro Istituto, intende rispondere in maniera efficace e immediata alle tante esigenze di spesa delle scuole materne paritarie, la cui funzione sociale risulta indispensabile per la comunità. Perché l’interesse e il benessere dei più piccoli deve venire prima di qualsiasi altra preoccupazione».

ANTIGA CARLO - VP CCB (1) piccola-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strade insanguinate: perde il controllo dell'auto sui Colli, muore noto barista di 31 anni

  • Tragedia nel pomeriggio: auto esce di strada, morto un 19enne e grave un coetaneo

  • Malore improvviso: è mancato nella notte il Primo Dirigente Medico della Polizia di Stato, Massimo Puglisi

  • Si schianta con un ultraleggero nella Bassa: morto il pilota 52enne

  • Femminicidio di Cadoneghe: la denuncia e i retroscena di un delitto "annunciato"

  • Statale 47 paralizzata da un incidente: coinvolti tre camion e un'auto

Torna su
PadovaOggi è in caricamento