Il capitello della madonna di Torreglia candidato come luogo del cuore Fai 2014

Il Comune, in collaborazione con la delegazione Fai di Padova, ha candidato l'opera del Rizzi e dell'abate Fiandrini. L'obiettivo è raccogliere firme e presentare un progetto di restauro da finanziare

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Anche quest'anno grazie al Fondo per l'Ambiente Italiano è possibile votare il proprio "luogo del cuore". C'è tempo, infatti, fino al 30 novembre per segnalare un luogo a cui si è emotivamente legati, che spesso rappresenta una parte importante della vita da proteggere per sempre. Il censimento nazionale "I Luoghi del Cuore", promosso dal Fai in collaborazione con Intesa Sanpaolo, giunto quest'anno alla settima edizione, chiede a tutti i cittadini di segnalare i piccoli e grandi tesori che amano e che vorrebbero salvare. Il Fai e Intesa Sanpaolo hanno già dato voce alle migliaia di segnalazioni raccolte: 45 sono stati finora gli interventi di recupero in 15 regioni che hanno restituito a molti luoghi la bellezza originale. Il censimento è da sempre un grande veicolo di mobilitazione e di aggregazione. L'obiettivo è, oggi più che mai, portare i luoghi del cuore in cima alla classifica e alla vittoria del "premio": un intervento diretto messo a disposizione da Fai e Intesa Sanpaolo.

Il Comune di Torreglia, con la collaborazione della Delegazione FAI di Padova, ha deciso di candidare il proprio monumento simbolo: il Capitello della Madonna sito proprio in Piazza Capitello e che ospita la preziosa statua della Madonna con il Bambino scolpita da Francesco Rizzi, allievo del Bonazza, e donata dall'illustre concittadino e latinista Jacopo Facciolati. Il Capitello, costruito nei primi anni dell'Ottocento da padre Benedetto Fiandrini, architetto e bibliotecario presso l'abbazia di Praglia, non ebbe vita facile in quanto fu spostato varie volte prima per far posto nel 1911 al tram e poi per la necessità di ampliare la piazza. Addirittura nel luglio del 1956, a seguito dei lavori per l'allargamento di via Mirabello, il Comune decise la demolizione del capitello e la sistemazione della statua su un obelisco di cemento all'inizio dell'aiuola spartitraffico. La Soprintendenza ai beni culturali di Venezia si oppose dando inizio a un contenzioso giudiziario che terminò con l'obbligo per il Comune, che fortunatamente aveva conservato quasi tutti i frammenti, di ricostruire il capitello. Il 13 maggio 1972 la Madonna ritornò nel suo grazioso tabernacolo e ricollocata al centro della piazza, dove si trova ancora oggi.

"Con la candidatura del Capitello della Madonna a Luogo del Cuore FAI vorremmo riportare l'attenzione dei nostri cittadini e dei visitatori su questo simbolo importante di Torreglia, nell'ambito del progetto più ampio di recupero delle radici e della storia che come Amministrazione stiamo portando avanti fin dall'inizio del nostro mandato", afferma il Sindaco Filippo Legnaro. "Diventa inoltre una possibilità per poter recuperare dei contributi per un progetto di valorizzazione e restauro del monumento, visto che i beni che riceveranno almeno mille segnalazioni potranno presentare al FAI una richiesta di intervento".

Si può votare il Capitello della Madonna firmando presso la Biblioteca Comunale Antonio Tolomei di Torreglia, presso l'Autofficina Sanguin e durante gli eventi organizzati dal Comune nell'ambito delle iniziative del contenitore "Estate a Torreglia". In alternativa, si può votare online registrandosi sul sito www.iluoghidelcuore.it, scegliendo "Capitello di Torreglia". Tutte le informazioni sul sito del Comune e sulla pagina https://www.facebook.com/capitellotorreglia.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento