rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Cronaca Albignasego

«Non so dove sia, di certo non in parrocchia»: monsignor Cipolla torna a parlare di don Marino

Il vescovo di Padova commenta: «Siamo dispiaciuti per la comunità di San Lorenzo, che al momento è divisa. Doi dobbiamo lavorare per fare chiarezza»

«Non so dove sia, di certo non è in parrocchia. Può darsi che sia in qualche luogo per un suo momento di riposo e di ripresa»: monsignor Claudio Cipolla, vescovo di Padova, torna a parlare di Don Marino Ruggero.

Vescovo Cipolla

Lo fa nella Sala di San Gregorio Barbarigo del Museo Diocesano di Padova, pochi istanti prima di portare il suo saluto all'incontro “Macchina contro uomo? Responsabilità, libertà civili e democrazia nella società digitale”. Aggiungendo: «Siamo dispiaciuti di dover guardare in profondità che cosa è successo e cosa c'è in ballo, le nostre ricerche sono iniziate in tutta serenità e quando avremo qualcosa da dire lo riferiremo senz'altro. Siamo dispiaciuti per la comunità, il problema è che c'è una comunità che è divisa e noi dobbiamo lavorare per dare chiarezza e anche per ricomporre l'unione. Da parte nostra c'è molto dispiacere, perché avremmo voluto evitare tutto questo e abbiamo fatto tutto il possibile per evitare questa situazione nella quale ci siamo trovati».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Non so dove sia, di certo non in parrocchia»: monsignor Cipolla torna a parlare di don Marino

PadovaOggi è in caricamento