Anfetamina nel succo e spritz a due ragazze che finiscono all'ospedale: tre denunciati

I fatti a Lignano, dove le vittime, una di Treviso e una di Padova, nella località balneare per la stagione estiva, sono state drogate da tre giovani residenti in Germania

Tre giovani di origine kosovara e albanese, tra i 23 e i 27 anni, residenti in Germania, sono stati denunciati con le accuse di lesioni e violenza privata. Avrebbero somministrato degli stupefacenti a due ragazze, una di Treviso e una di Padova, impegnate nella località balneare di Lignano come bariste per la stagione estiva. 

ANFETAMINA NEL BICCHIERE. Le giovani avevano conosciuto i componenti del terzetto finito il loro turno di lavoro nella località balneare, accettando di andare a prendere qualcosa da bere a casa di questi. Dopo aver consumato parte delle bevande offerte - un succo e uno spritz - si sono sentite male, riuscendo a raggiungere il pronto soccorso di Latisana nonostante gli inviti dei tre a restare nell’appartamento. Una volta in ospedale è stato chiarito che il malessere fosse legato all’assunzione di anfetamina. Una volta denunciato il fatto, i carabinieri di Lignano hanno individuato i tre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Ricoveri in ospedale, tutte le province venete in Fase 5 tranne Padova»

  • Femminicidio nella notte a Cadoneghe: uomo uccide la moglie a coltellate

  • Strade insanguinate: perde il controllo dell'auto sui Colli, muore noto barista di 31 anni

  • Tragedia nel pomeriggio: auto esce di strada, morto un 19enne e grave un coetaneo

  • Zaia: «Ecco la nuova ordinanza. Ridotta capienza nei negozi e nei centri commerciali»

  • Il Covid si porta via a 67 anni lo storico pasticcere di Mestrino. Morto anche un giovane professore

Torna su
PadovaOggi è in caricamento