menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Aliante in decollo

Aliante in decollo

Dramma sfiorato, aliante trancia i fili dell’alta tensione.

Poteva andare molto peggio a Jan Douwwe Bakker, olandese ma da molti anni residente a Cadoneghe. Ieri durante un atterraggio di emergenza nel vicentino l'LS4 sul quale viaggiava è venuto a contatto con dei fili da 20mila volt. Ferito, non è in periolo di vita.

Doveva essere la piacevole escursione di un pilota esperto in una giornata di sole invece si è trasformata in un incubo.

ATTERRAGGIO DI EMERGENZA. Decollato alle 12 dall’aeroporto Ferrarin di Thiene, l’olandese Jan Douwwe Bakker, 51 anni, padovano di adozione residente a Cadoneghe, dopo circa due ore e mezzo ha contattato la torre di controllo avvisando i tecnici di alcune difficoltà che lo avrebbero costretto ad un atterraggio di emergenza. Intorno alle 14.30 si è così calato con l’LS4 che pilotava in un campo dalle parti di via Bianche, nel comune di Carrè, senza avvistare però i cavi dell'alta tensione e tranciandone di netto due. In quel punto i fili portavano un carico di 20mila volt, poteva essere un vero disastro. Nonostante il fortissimo urto, l'uomo è riuscito a salvarsi uscendo dalla cabina di pilotaggio chiedendo aiuto in strada dove alcuni passanti hanno allertato il Suem.

LE CONDIZIONI DEL PILOTA. Ricoverato all’ospedale di Santorso con un trauma facciale, qualche dente rotto e una vertebra incrinata, il pilota è tuttora in prognosi riservata. Testimoni dell’impatto due automobilisti e un pilota che hanno fornito agli agenti della polizia locale di Thiene la descrizione dell'incidente. Alla fine dei rilievi l'aliante è stato recuperato dal club Volo a vela di Thiene e portato all'aeroporto di partenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento