Malfunzionamento della caldaia: intera famiglia intossicata, in 4 finiscono all'ospedale

Paura venerdì pomeriggio in un'abitazione di Montegrotto dove alle 15 sono intervenuti i vigili del fuoco insieme ai carabinieri della locale stazione: nessuno è in pericolo di vita

Un'intera famiglia composta da papà, mamma, figlio di 13 anni e nonna è finita in ospedale nel pomeriggio di venerdì dopo aver inalato i fumi tossici del monossido di carbonio sprigionati dalla caldaia malfunzionante. Verso le 15 in via Piave a Montegrotto sono intervenuti i vigili del fuoco inisieme ai carabinieri della locale stazione che hanno aiutato il nucleo familiare.

Ospedale 

Precuazionalmente la famiglia è stata trasferita in ospedale ad Abano Terme: tutti sono stati tenuti in osservazione fino a sera quando sono stati dimessi. Nessuno ha riportato problemi seri. Sulle cause che hanno originato il problema stanno ancora lavorando sia i pompieri sia i militari del comando aponense. Il guasto avrebbe provocato la fuoriuscita di monossido e ai primi sintomi di malessere il padre ha chiamato i soccorsi che tempestivamente hanno salvato i quattro componenti del nucleo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: primi due casi sospetti nel Padovano, l’ospedale di Schiavonia verrà svuotato

  • «Bisogna mozzargli mani e piedi»: minacce via Facebook al sindaco di Cadoneghe

  • Infarto durante l'ora di lezione a scuola: grave una studentessa di 14 anni

  • Si getta sui binari alla stazione di Padova: treni in tilt all'alba di lunedì

  • Morte cerebrale per Anna, la quattordicenne colpita da arresto cardiaco a scuola

  • Live: il primo morto in Italia di Coronavirus è un padovano, Adriano Trevisan di 78 anni

Torna su
PadovaOggi è in caricamento