menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una delle locandine oscurate

Una delle locandine oscurate

Pubblicità-choc maiali, il blitz: le contro-locandine degli animalisti

Questa notte i militanti di Centopercentoanimalisti hanno tappezzato l'entrata della sede dell'agenzia investigativa in piazza Insurrezione nonché "oscurato" numerosi dei manifesti pubblicitari in questione con delle contro-locandine

“I maiali non tradiscono, non ingannano, non mentono: queste cose le fanno solo gli umani. Prenderli come simbolo di questi comportamenti è un'offesa nei confronti degli animali stessi”. Centopercentoanimalisti commenta così i manifesti pubblicitari affissi a Padova dall'agenzia investigativa Axerta raffiguranti delle facce di maiale “umanizzate” per rappresentare in questo modo l'infedeltà di coppia.

IL BLITZ. “La pubblicità è brutta, banale, scontata, oltre che gratuitamente offensiva”, aggiungono i militanti dell'associazione animalista che, questa notte, hanno tappezzato l'entrata della sede dell'agenzia investigativa in piazza Insurrezione nonché “oscurato” numerosi dei manifesti pubblicitari in questione con delle contro-locandine.



IL COMMENTO. “Come è noto, la maggior parte del lavoro degli investigatori privati è costituito da monitoraggi relativi alle infedeltà di coppia – aggiungono gli attivisti autori del blitz notturno - Ed ecco che i "geni" di questa agenzia non han trovato di meglio che raffigurare le teste di un uomo e di una donna, con la faccia di un maiale, dando così una valenza spregiativa a questi animali, già fin troppo vittime della crudeltà umana nella realtà”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento