Tempi duri per i "furbetti dei rifiuti": uomo scoperto e multato grazie alla segnalazione dei cittadini

Responsabile un uomo di 50 anni, con attività professionale di ristorazione e residente in città, che ha deciso di abbandonare presso l'isola ecologica di via Buzzacarini due casse di rifiuti inerti costituiti da mattoni e calcinacci

I calcinacci abbandonati in via Buzzaccarini

Ancora una volta si è rivelata essenziale la collaborazione dei cittadini nel segnalare alla polizia locale episodi ed elementi utili a rintracciare un "furbetto dei rifiuti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rifiuti

Responsabile un uomo di 50 anni, con attività professionale di ristorazione e residente in città, che ha deciso di abbandonare presso l'isola ecologica di via Buzzacarini due casse di rifiuti inerti costituiti da mattoni e calcinacci. Una volta parcheggiata l'auto e aperto il bagagliaio ha scaricato a terra gli ingombranti rifiuti e si è allontanato in macchina com'era venuto: il fatto però non è sfuggito all'attenzione di un passante che ha ripreso la scena con il proprio cellulare e lo ha segnalato alla polizia locale fornendo il materiale fotografico realizzato. Prontamente gli agenti della squadra di tutela del territorio sono risaliti all'identità del "furbetto" e lo hanno convocato presso gli uffici di via Gozzi. L'uomo non ha potuto che ammettere e riconoscere il proprio errore e, scusandosi per il gesto incivile, ha assicurato per il futuro un comportamento di rigoroso rispetto delle regole per lo smaltimento dei rifiuti, nonché il pagamento del verbale per un importo di 125 euro. Commenta l'assessora all’ambiente: «È preziosa la sinergia tra cittadini e polizia òocale. Vogliamo valorizzare la sensibilità ambientale dei cittadini attraverso l'impegno e la specializzazione della squadra ambientale, in modo da far andare di pari passo il lavoro di educazione e diffusione di una cultura per l'ambiente e la necessaria repressione di chi non si cura della città che abita. Siamo molto soddisfatti di questi risultati e sono convinta che la diffusione e valorizzazione di questa squadra e di queste modalità che abbiamo deciso di adottare sia il miglior modo per disincentivare certi comportamenti nei cittadini».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formaggi a Villa Contarini, giardini aperti, visite, spettacoli e sagre: il weekend a Padova

  • Voto, ecco i dati di affluenza a mezzogiorno

  • Focolaio all'asilo notturno del Torresino: 30 positivi al covid su 82 ospiti

  • Occhio al semaforo: attivata la sperimentazione di un nuovo T-Red a Padova

  • Perde il controllo della sua barca dopo un'onda anomala: muore idraulico padovano

  • Focolaio del Torresino: una persona positiva tenta la fuga, le forze dell'ordine lo bloccano (Video)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento