menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spazio ai giovani: 3 nuovi centri animazione a Mandria, Arcella e Camin

Sono già oltre 400 i ragazzi padovani iscritti ai centri presenti sul territorio, che svolgono attività di sostegno compiti, socializzazione e molto altro. Obiettivo: prevenire il disagio giovanile

In arrivo 3 nuovi centri di animazione per i giovani padovani. Una scelta mirata, dettata da un'attenta analisi delle esigenze del territorio condotta dal Comune di Padova in collaborazione con scuole, quartieri, parrocchie, associazioni, cooperative sociali e volontariato, che ha condotto all’individuazione delle sedi: alla scuola Mantegna all'Arcella in via Pierobon, il nuovo centro Dr. Clown in via Alsazia e Il Borgo in via Romana Aponense.

I CENTRI DI ANIMAZIONE. Sostegno ai compiti, socializzazione, sperimentazione delle esperienze: sono questi gli aspetti che vengono elaborati all'interno dei centri di animazione. Le attività svolte dai volontari coinvolgono i 423 ragazzi attualmente iscritti: il 5% della popolazione giovanile o, se vogliamo dare un'altra lettura ai numeri, quasi l'80% dei ragazzi che non ha alternative per il loro tempo libero. Appartengono a diverse fasce d'età: 156 frequentano le scuole elementari, 141 le medie, 126 le superiori.

UNA REALTÀ  IN CRESCITA. "Con l’apertura dei tre nuovi centri in città e i 102 nuovi ragazzi iscritti quest’anno, il 30% in più per un totale di 423 ragazzi, la realtà dei centri di animazione territoriale dimostra di essere in crescita - precisa l'assessore ai servizi sociali Fabio Verlato – inoltre, è in cantiere l'apertura di un nuovo spazio nel Quartiere 3".

ATTENZIONE AI GIOVANI. "I centri e le attività proposte ai giovani sono risposte a bisogni che si rilevano dalle diverse realtà presenti nel nostro tessuto sociale – continua l'assessore – Un esempio? Il Borgo, il nuovo centro di via Romana Aponense è appunto una risposta alle segnalazioni che ci sono pervenute dall'Oic e dal quartiere, preoccupati dell'evidente mancanza di organizzazione del tempo libero pomeridiano da parte di una trentina di giovani. Il nostro obiettivo è quello di prevenire il disagio giovanile rispondendo appunto alle necessità dei ragazzi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento