menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pestata dall'ex perché non paga i 30 euro di “riscatto” del telefonino

Vittima una donna che aveva troncato la relazione con un romeno 44enne che però ha iniziato a perseguitarla chiamando anche a casa del titolare dove lavorava, fino a rubarle il cellulare chiedendole denaro in cambio

Presa a calci e pugni dall'ex compagno perché non voleva pagargli i 30 euro che lui le aveva chiesto per riconsegnarle il cellulare che le aveva rubato qualche giorno prima. È successo a una donna perseguitata da un romeno 44enne, Adrian B., senza fissa dimora e disoccupato, con il quale aveva avuto una relazione che poi aveva deciso di troncare. Il pestaggio in centro a Padova, tra piazzale Mazzini e via Codalunga.

IL RICATTO. L'uomo, dopo averle sottratto il telefono cellulare lo scorso 11 marzo, aveva preso a contattarla con lo stesso apparecchio al numero di telefono dell’abitazione del suo datore di lavoro, chiedendo di parlare con lei per concordare la restituzione del cellulare in cambio di 30 euro. L'appuntamento pattuito era a piazzale Mazzini, dove però la donna si è rifiutata di consegnargli il denaro, provocando la violenta reazione del romeno.


B. Adrian-2L'ARRESTO. È stata fortunatamente salvata dall’intervento di due passanti accorsi in suo aiuto e dall’arrivo dei carabinieri del Norm della compagnia di Padova che, in transito in via Codalunga, avevano notato un certo trambusto sulla strada, con un uomo che correva seguito da un altro. Acquisite le dichiarazioni della vittima, dei testimoni e del suo titolare, i militari dell'arma sono risaliti all’estorsione messa in atto dal romeno, arrestandolo in flagranza di reato. Il telefono, corpo di reato, gettato dall'aggressore durante la sua fuga, è stato rinvenuto dai carabinieri e restituito alla legittima proprietaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento