rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Cronaca Piove di Sacco

Consegnava la cocaina ai clienti nei bar della Saccisica: preso e arrestato

In manette oggi, 2 aprile, su ordinanza di custodia cautelare emessa dalla Procura di Padova, è finito un 43enne di Piove di Sacco che riusciva a piazzare fino a venti dosi al giorno avvalendosi di due "autisti" a loro volta indagati a piede libero

Si è creato negli ultimi mesi un fiorente giro di assuntori da accontentare. Nella Saccisica nel mondo della cocaina, in tanti lo usavano come punto di riferimento per acquistare un po' di droga. Alle prime luci dell’alba oggi 2 aprile, a Piove di Sacco, i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della locale Compagnia hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del tribunale di Padova, che dispone la misura in carcere nei confronti di un cittadino italiano di 43 anni del posto e dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per altri due indagati, un 48enne e un 25enne, sempre italiani della zona del piovese, presunti responsabili, in ipotesi accusatoria e a vario titolo, del reato di vendita di sostanza stupefacente del tipo cocaina, commesso a Piove di Sacco tra il 2020 e l’epoca attuale. 

L'arresto è arrivato a seguito di una meticolosa indagine portata avanti dai carabinieri

Le indagini

Le indagini dei militari dell’Arma, con il coordinamento della Procura della Repubblica di Padova, hanno permesso di raccogliere concreti elementi a supporto della tesi accusatoria, partendo da alcune segnalazioni pervenute da privati cittadini, che hanno indicato un giro sospetto di persone dall’abitazione del 43enne, situata in centro a Piove di Sacco. Proprio attraverso l’approfondimento delle notizie acquisite, gli investigatori dell'Arma hanno concentrato l’attenzione investigativa sui movimenti dell’uomo, il quale è riuscito a crearsi nel tempo un continuativo giro di spaccio nell’area di Piove di Sacco, avvalendosi anche a partire dal mese di agosto dello scorso anno del supporto degli altri due coindagati, che lo hanno accompagnato a bordo delle loro auto per effettuare consegne di cocaina. Le indagini hanno infatti permesso di documentare numerose cessioni di cocaina, fino a venti al giorno, da parte del 43enne, che con il tempo è diventato il punto di riferimento di un nutrito numero di 
clienti e assuntori locali. Questi ultimi di tutte le età e ceti sociali. Il pusher gli dava appuntamento per lo più presso bar della zona del piovese, dopo essersi accordati telefonicamente.

Le conferme

L’ipotesi accusatoria è stata anche suffragata da alcuni sequestri di modici quantitativi di cocaina eseguiti nel corso delle indagini dai militari dell’Arma di Piove di Sacco tra i mesi di ottobre e novembre dello scorso anno, che hanno rappresentato un ulteriore riscontro alle già solide risultanze investigative. Infine, nella mattinata di oggi, 2 aprile, durante le operazioni di perquisizione presso la sua abitazione, il 43enne è stato trovato in possesso di circa 6 grammi di cocaina e 226 di marijuana, oltre a materiale vario per la pesatura e il confezionato delle sostanze stupefacenti. Il tutto è stato sequestrato dai carabinieri. In esecuzione del provvedimento cautelare emesso dal Gip, l'indagato è stato quindi associato alla Casa Circondariale di Padova, mentre i due coindagati sono stati sottoposti all’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consegnava la cocaina ai clienti nei bar della Saccisica: preso e arrestato

PadovaOggi è in caricamento