rotate-mobile
Cronaca Ponte San Nicolò / Via G. Marconi

Baby gang in azione al parco Vita: danni ingenti, la rabbia del sindaco

Ignoti ieri notte con delle bombolette spray hanno lordato gli spazi dell'area verde più importante di Ponte San Nicolò. Della vicenda sono al corrente i carabinieri, si ipotizza che gli autori siano giovanissimi

Rabbia oggi 12 ottobre tra i cittadini di Ponte San Nicolò per l'ennesimo atto vandalico consumato sul territorio comunale. Si chiedono maggiori controlli e tolleranza zero. 

Parco Vita

Qualcuno a cavallo tra l'11 e il 12 ottobre è entrato all'interno degli spazi del parco Vita di via Marconi e, armato di bombolette spray, ha lordato tutto ciò che si è trovato di fronte. Scritte ingiuriose, frasi volgari, disegni osceni, simboli politici. Tutto con l'unico obiettivo di creare disagio tra la popolazione, senza pensare che le spese per il ripristino dei danni ricadranno sull'intera popolazione.

La rabbia del sindaco

«Nonostante il prezioso lavoro svolto dalle forze dell'ordine e dai volontari che presidiano il nostro territorio - ha detto il primo cittadino Martino Schiavon - qualche vandalo ha deciso di imbrattare le attrezzature e il patrimonio comunale presente al Parco Vita. Un deprecabile gesto che ora siamo chiamati a sanare con le risorse di tutti. I responsabili di questo reato saranno cercati e dovranno rispondere delle proprie azioni nelle sede competenti. L'amministrazione comunale tuttavia - ha proseguito Schiavon - confida che il buon senso li guidi a farsi avanti e ad ammettere la "bravata" e assumere le proprie responsabilità. In questi momenti - ha concluso - il pensiero e il forte senso di gratitudine va a tutti quei giovani che impiegano il loro tempo in maniera "sana" con rispetto del prossimo e del bene comune. Con il loro impegno e senso civico stanno mostrando che ci si può divertire e vivere la propria giovinezza senza arrecare danno al prossimo e alla collettività».

Le indagini

Della vicenda sono al corrente i carabinieri e la polizia locale. Si sta cercando di far chiarezza il prima possibile per riuscire ad individuare i baby vandali prima che si rendano protagonisti di altre bravate di cattivo gusto e dispendiose per la collettività. Tra l'altro a Ponte San Nicolò sono anni che si verificano episodi da condannare con i giovanissimi come protagonisti in negativo. Tra le varie "vittime" delle baby gang in passato c'è stato anche lo stesso sindaco Schiavon, vittima di danneggiamenti, minacce e atti persecutori. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baby gang in azione al parco Vita: danni ingenti, la rabbia del sindaco

PadovaOggi è in caricamento