menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aggredì i carabinieri la notte di Santo Stefano: stanato a Vicenza dopo tre anni

Gli agenti vicentini hanno individuato e portato in carcere un trentenne nordafricano condannato per resistenza nel 2015. Si era stabilito fuori provincia con la sua famiglia

A quasi tre anni dall'aggressione, l'uomo è stato rintracciato e incarcerato nel capoluogo berico.

La vicenda

Era il 26 dicembre 2015 quando due carabinieri in servizio in via Sorio avevano fermato per un controllo un cittadino tunisino, all'epoca 28enne. Anes Ben Hassine aveva reagito male, scagliandosi contro i militari, rimasti leggermente feriti, e finendo in arresto con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale. Anche a fronte dei numerosi precedenti penali, l'uomo era stato rinviato a giudizio e successivamente condannato in via definitiva a nove mesi di reclusione. Da quel momento di lui si sono perse le tracce.

Prelevato in casa

A trovarlo sono stati gli agenti della squadra mobile di Vicenza. Il tunisino, oggi 31enne, ha un regolare permesso di soggiorno per motivi lavorativi e da tempo vive con moglie e figlio in un appartamento di corso Santi Felice e Fortunato, poco lontano dalla stazione ferroviaria. Era in casa quando gli hanno notificato il provvedimento e lo hanno prelevato, per consegnarlo poi alla casa circondariale vicentina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento