menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccio in città, anche sugli scalini di palazzo della Ragione in centro

Denunciato dalla polizia municipale di Padova un pusher marocchino che proponeva marijuana ai passanti. La droga nascosta tra scalinata dello storico edificio. L'extracomunitario ha anche accusato un malore

Il 21 maggio scorso, nell'ambito di un servizio serale nelle piazze del centro di Padova, la polizia municipale ha fermato un marocchino che proponeva ai passanti marijuana. La droga era nascosta in un involucro di carta sugli scalini del palazzo della Ragione lato via Fiume.

IL MALORE. Mentre gli agenti lo accompagnavano negli uffici del comando in via Liberi per il fotosegnalamento, l'extracomunitario, dopo aver opposto resistenza, ha manifestato violenti dolori addominali, tali da rendere necessario il suo accompagnamento al pronto soccorso, con il 118, dove è stato accertato che aveva avuto altri 3 ricoveri a seguito di ingestione di corpi estranei. Gli accertamenti medici eseguiti hanno dato però esito negativo. Il marocchino è stato denunciato per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Con l'occasione, gli è stato notificato un decreto di espulsione emesso a suo tempo dalla questura di Verona.

PIAZZA DE GASPERI. Il 23 maggio scorso, in un servizio sempre mirano al contrasto dello spaccio, gli agenti in borghese hanno notato in piazza De Gasperi un nordafricano che avvicinava alcuni tossicodipendenti. Dopo averlo pedinato e colto mentre consegnava un involucro - che estraeva dalla bocca, contenente polvere di colore marrone, ovvero eroina - ad un italiano, il nordafricano, un 29enne tunisino, è stato arrestato per spaccio. Segnalato invece l'acquirente in qualità di assuntore: il prefetto ha la facoltà di sospendergli la patente di guida fino a 12 mesi. Processato per direttissima, il tunisino è stato condannato a mesi 4 di reclusione e a 900 euro di multa.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento