menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Truffe in scena per insegnare agli anziani i trucchi per evitarle

Sei spettacoli teatrali dal 30 aprile al 10 maggio nei quartieri di Padova con attori professionisti in cui saranno rappresentate le modalità in cui avvengono i raggiri. Dei poliziotti spiegheranno in contemporanea come ci si deve comportare

"Fermiamo i ladri dei sogni con il teatro" è l'iniziativa promossa salla Questura con il Comune di Padova per cercare di combattere alla radice il fenomeno delle truffe agli anziani. "Nel momento in cui si rubano oggetti preziosi legati a ricordi di una vita, i soldi che servono per vivere, si ruba la fiducia che l'anziano ha nelle persone, gli si ruba anche un sogno e gli si ruba la dignità", ha sottolineato il questore di Padova, Vincenzo Montemagno, presentando questa mattina l'iniziativa assieme al vicesindaco Ivo Rossi.

LE TRUFFE. Sempre più padovani di una certa età sono rimasti vittima, negli ultimi tempi, di raggiri da parte di persone che si presentano come dei tecnici o degli amici di altri familiari con l'obiettivo di farsi aprire la porta della malcapitata vittima e poi, conquistata la sua fiducia, derubarla.

GLI SPETTACOLI. Il progetto consiste in 6 spettacoli teatrali che si terranno dal 30 aprile al 10 maggio neI quartieri di Padova. Attori professionisti di due compagnie teatrali della città metteranno in scena degli episodi verosimili di truffa. Al termine di ciascuna rappresentazione, degli agenti di polizia forniranno consigli utili su come comportarsi in casi simili. Al progetto partecipa anche l'associazione "Guardian Angels".

IL CALENDARIO. Primo appuntamento il 30 aprile alle ore 17 nella sala polivalente "Centro civico" di via Varese 4; il 2 maggio alle ore 17 nella sala consiliare di via Dal Piaz 3; il 3 maggio alle ore 17 nella casa "Ivo Scapolo" di via Michele Sanmicheli 65; l'8 maggio alle ore 17 all'associazione Anziani a casa propria in piazza Castello 15; il 9 maggio alle ore 17 in sala Nilde Iotti centro civico Forcellini di via Prosdocimi 2/A; il 10 maggio alle ore 14 nella sala polivalente patronato San Gregorio Barbarigo di via Elena Valmarana 18.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento