rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca Portello

La notte porta... scompiglio: è caos ai Navigli, tra tuffi nel Piovego e 'concerti' fino all'alba

Spiega un residente: "Fino al giorno prima dell’apertura dei Navigli non c’era questo fenomeno, probabilmente sono giovani che si spostano qui dopo l'orario di chiusura della manifestazione"

Più di qualche cittadino che vive lungo le rive del Portello, sul lato dove si svolge la manifestazione dei Navigli a qualche centinaio di metri, si sta lamentando del caos notturno causato da chi ha ancora voglia di fare festa dopo la chiusura della manifestazione che tanti giovani attira ogni sera. 

Le lamentele dei cittadini 

“Ho manifestato  - ha raccontato il signor Nunia che lì vive - anche all’assessore Micalizzi questo problema e si è dimostrato disponibile a trovare una soluzione. Fino al giorno prima dell’apertura dei Navigli non c’era questo fenomeno, probabilmente sono giovani che si fermano dopo la chiusura. Reiterata la situazione, non sono uno che non sa cosa voglia dire essere giovane e divertirsi. Soprattutto il mercoledì  e il fine settimana diventa davvero difficile poter stare tranquilli. E da aprile a settembre, è un periodo un po’ troppo lungo, non si può non dormire tutte le notti. Sta diventando normale che la gente si ritrovi lì a suonare lì, poi c’è addirittura chi si butta nel canale, tuffandosi. Ripeto, non sono una persona rigida che non capisce la voglia di socialità e di divertirsi, ma non si può farlo ogni notte sotto le case delle persone, dove vivono famiglie con bambini”.

Contin e i Navigli

Contin, responsabile della manifestazione dei Navigli, dal canto suo, una spiegazione ce l’ha: “Sono dieci anni che dico quella zona bisogna farla gestire completamente a una sola realtà. Questo per avere una visione di insieme, per potere agire in modo da evitare queste situazioni. Ci sono diecimila persone ogni giorno che vengono da noi ai Navigli, che poi una piccola minoranza decide di fermarsi ancora in zona e provoca problemi, chiaro che da fastidio ai residenti. E a noi questo dispiace e stiamo facendo di tutto affinché non si verifichi più. Capisco il disagio dei residenti, ma non è un’area di nostra competenza quella, anche se siamo andati a controllare queste sere, proprio per far sì che non accada più”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La notte porta... scompiglio: è caos ai Navigli, tra tuffi nel Piovego e 'concerti' fino all'alba

PadovaOggi è in caricamento