menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Marco Masini al Geox. Foto: Denis Ulliana live photographer www.denisullianaphotographer.it

Marco Masini al Geox. Foto: Denis Ulliana live photographer www.denisullianaphotographer.it

Marco Masini live al Geox, da "Ti innamorerai" a "Tu non esisti": pubblico in delirio

Nella città patavina si chiude la prima parte del tour del cantautore toscano. Uno show partecipato in grado di restituire momenti spensierati e allegri

Si respira grande attesa a Padova, venerdì sera, per l’ultima tappa dello show che Marco Masini ha portato in giro per l’Italia dopo la partecipazione all’ultimo festival di Sanremo dove gareggiava con la canzone che dà il nome al tour “Spostato di un secondo”. Nella platea del Gran teatro Geox sono numerosi e impazienti i fans accorsi per vedere e ascoltare le note dal sapore melodico, a tratti rockeggiante, del cantautore toscano.

INIZIO. Alle 21.30 circa si apre il sipario e viene proiettato subito un breve videoclip, sugli schermi led retrostanti il palco, in cui una giovane donna recita “Ciao. Comincia a fare buio. Forse doveva andare così. Io ti ho aspettato. Addio.”. Subito dopo la band, che nel frattempo si è posizionata in scena, inizia a suonare le note di “Nel tempo in cui sono tenuto a restare”, brano contenuto nell’ultimo lavoro discografico di Masini. Appare quindi nei videowall il volto di Marco che canta ma, solo al termine del pezzo, Marco entra realmente in sala, comparendo, a sorpresa, dal fondo della platea del Gran teatro. C’è voglia di contatto con i fan mentre percorre la navata centrale.

OMAGGIO A FALETTI. Eccolo ora sul palco dove si susseguono molti fra i più famosi successi del cantautore fiorentino: “Cenerentola innamorata”, “Il Niente” e “Ti innamorerai”. Sicuramente uno dei momenti più toccanti è quando, verso metà concerto, Marco vuole ricordare, a suo modo, l’amico Giorgio Faletti proiettando un video con la scritta:“Ho sempre sostituito la paura di non farcela più con la speranza di farcela”, con accanto la foto di Giorgio; Marco propone così una versione personale e riarrangiata del brano portato al successo da Faletti “Signor tenente”.

PADOVA, UN RAPPORTO SPECIALE. Marco è molto attento al suo pubblico, sottolinea che non è stata casuale la scelta di concludere questa prima parte del suo Tour a Padova, e in Veneto, una terra alla quale lui si sente molto legato per tante esperienze vissute qui.

TEMPO CHE SCORRE. Di tante esperienze e storie parlano le canzoni di Masini, le stesse che ama fare ascoltare al pubblico e portare in giro durante i live. È lui che enfatizza come il “concept” dell’intero tour voglia focalizzarsi sul tempo e su come certe cose sarebbero potute andare in modo diverso, qualora avessimo avuto qualche momento in più o, semplicemente, se fossero accadute giusto un attimo prima di quando realmente si sono presentate. Questa enfasi sul tempo che scorre è sottolineata anche dalla scenografia riprodotta sul palco in quanto spesso compaiono sul led immagini di orologi che mostrano un countdown di secondi o lo scorrere del tempo, il passare dei minuti.

ALLEGRIA. Il pubblico si scalda sempre più mentre il live scorre veloce e i momenti più partecipati sono, verso la fine del concerto, con i successi di sempre “Bella stronza” e “Vaffanculo”. Da segnalare il simpatico siparietto su “Fuori di qui” in cui tutti i membri della band (chitarristi, bassista e tastierista) in modo molto ironico e divertente si mettono a ballare, attirando quindi così molto l’interesse e la curiosità del pubblico, improvvisando una coreografia stile “villaggio turistico”.

A PASSO CON I TEMPI. Marco Masini si dimostra molto dotato, capace di tenere il palco, forte di una lunga esperienza nel panorama musicale italiano e di una voce solida, caratterizzata da un timbro molto personale e riconoscibile. Il cantautore ha saputo rinnovare il suo stile sia nell’immagine, sia nelle sonorità più moderne e rockeggianti soprattutto per quel che riguarda i brani del suo ultimo album.

LA SCALETTA DEL CONCERTO

Nel tempo in cui sono tenuto a restare
Ma quale felicità
Spostato di un secondo
Tu non esisti
Il Niente
Cenerentola innamorata
Io ti volevo
Ti amo davvero
E ti amo
Frankenstein
Dal buio
A cosa pensi
Medley musicale con Perché lo fai-Raccontami di te-L’amore sia con te-Principessa
Niente di importante
Signor tenente
All’altro capo di un filo
Che giorno è
Caro babbo
Ci vorrebbe il mare
Le ragazze serie
Disperato
Malinconoia
Ti vorrei
Fuori di qui
L’uomo volante
Bella stronza
Vaffanculo
Ti innamorerai
Una lettera a chi sarò
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento