Giovedì, 13 Maggio 2021
Politica

Abbandono rifiuti: l'iniziativa del Comune di Carmignano del Brenta per proteggere rive e fiume

Si provvederà anche alla caratterizzazione e pesatura dei rifiuti abbandonati, alla mappatura di tutte le segnalazioni eseguite, in modo da capire meglio il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti e l’entità delle altre irregolarità, valutando le strade più efficaci per contrastarle

Coinvolgerà le rive del Brenta e il lago di Camazzole l’intervento di pulizia promosso nell’ambito del progetto LIFE Brenta 2030. «Il servizio sarà attivo da aprile e continuerà per tutto l’anno – spiega il Vicesindaco Eric Pasqualon - Verrà potenziato nei momenti di maggiore affluenza, soprattutto nei mesi estivi». Il servizio viene effettuato da Etra, e coinvolge 15 Comuni, tra cui Carmignano di Brenta, nell’ambito del progetto LIFE Brenta 2030. Gli operatori ambientali percorreranno sistematicamente le aree limitrofe al fiume per raccogliere i rifiuti abbandonati da attività ricreative e domestici. Contemporaneamente, segnaleranno eventuali rifiuti anomali, come i pericolosi e ingombranti.

Rifiuti

«Un lungo percorso di condivisione ha portato a individuare le aree rilevanti – spiega l’Assessore Andrea Bombonati - che saranno periodicamente visitate dagli operatori utilizzando un quad elettrico attrezzato, silenzioso e a impatto zero. La normale immondizia abbandonata sarà rimossa subito, mentre nel caso vengano rinvenuti rifiuti particolari si agirà con interventi adeguati al tipo di ritrovamento. Alle autorità competenti saranno inoltre segnalate le eventuali irregolarità».

Mappatura

Gli operatori sono dotati di una app che li aiuta a mappare eventuali criticità e situazioni di irregolarità, che saranno segnalate alle autorità competenti (Carabinieri forestali, Genio Civile, Comuni, etc.). Si provvederà anche alla caratterizzazione e pesatura dei rifiuti abbandonati, alla mappatura di tutte le segnalazioni eseguite, in modo da capire meglio il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti e l’entità delle altre irregolarità, valutando le strade più efficaci per contrastarle. «E’ un servizio sistematico e condiviso che non ha precedenti sul territorio che porterà ad una migliore gestione, più efficiente e sicura, di un patrimonio comune: il fiume Brenta – conclude Pasqualon – A questo presto affiancheremo delle Giornate ecologiche “Puliamo il Brenta” da proporre alla cittadinanza».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbandono rifiuti: l'iniziativa del Comune di Carmignano del Brenta per proteggere rive e fiume

PadovaOggi è in caricamento