FdI: mozione per supportare lo "Psicologo in Farmacia", Berlato lo propone su tutto il territorio nazionale

«È doveroso in questo senso - scrivono- che l’amministrazione comunale aiuti ad orientare il servizio in base alle caratteristiche dei soggetti e alle nuove ed attuali problematiche»

L’emergenza Covid-19 che ha travolto il Paese pone in grande difficoltà tutta la popolazione sia in termini economici sia sanitari oltre alla sfera psicologica. «A maggior ragione è quindi opportuno incentivare un servizio ancora poco conosciuto, ovvero la consulenza dello “Psicologo in Farmacia” che consente di offrire all’utente/paziente un supporto su vari livelli», a dirlo sono i conglieri comunali Elena Cappellini, Matteo Cavatton ed Enrico Turrin di Fratelli d'Itala.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Raggiungere il cittadino

«È doveroso in questo senso - scrivono- che l’amministrazione comunale aiuti a orientare il servizio in base alle caratteristiche dei soggetti e alle nuove e attuali problematiche: il counseling consente di raggiungere il cittadino promuovendo la sua salute e tutelandolo dalla deriva commerciale che, iniziata con l’emergenza sanitaria a causa del Coronavirus, si svilupperà maggiormente nelle fasi successive al Covid-19. La consulenza psicologica in farmacia è già prevista dalla Legge 69/2009 che ha come obiettivo, oltre ad alleggerire il carico sul Ssn, la cura quotidiana del cittadino attraverso prestazioni a valenza comunicativa, relazionale ed educativa consentendo alla farmacia di rimanere fedele alla propria natura e offrendo servizi aggiuntivi come strumento per facilitare l’accesso dei cittadini ad altre prestazioni sanitarie. Il servizio di Psicologia della Salute rappresenta una modalità attraverso le quale la farmacia tutela in maniera integrata la salute della persona e mai come in questo periodo è necessario che le farmacie comunali abbiano una visione ampia del panorama socio-sanitario che si sta prospettando nel nostro immediato futuro. In altre città sul territorio nazionale, le farmacie comunali sono state le prime ad introdurre lo Psicologo in Farmacia e, pertanto, con la presente mozione chiediamo al Consiglio comunale che impegni il Sindaco e la Giunta a “individuare il percorso istituzionale idoneo all’attivazione del servizio denominato “Psicologo in Farmacia”, coinvolgendo in primis le farmacie comunali e sviluppando una progettualità estensibile a tutte le farmacie presenti sul territorio comunale». La medesima mozione sarà sviluppata con maggior estensione territoriale anche grazie al supporto della stessa da parte dell’onorevole Sergio Berlato che affronterà la tematica in sedi istituzionali europee opportune.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: primo caso di alunno positivo nel Padovano, classe e docenti in isolamento

  • Voto, ecco i dati di affluenza a mezzogiorno

  • L’amore trionfa: sistemato a tempo di record il murale di Kenny Random imbrattato nella notte

  • Kenny Random, imbrattato il murale più fotografato di Padova

  • Live - Subito una classe isolata, tamponi a tappeto e didattica a distanza

  • È vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento