Bilancio provinciale: varato il primo assestamento dell'era Covid

Dallo Stato sono arrivati 8 milioni 796mila euro a titolo compensativo per le mancate entrate perse dalla Provincia di Padova a causa del lockdown sanitario

È stato approvato all’unanimità dal Consiglio provinciale il primo assestamento al bilancio 2020-2022 a seguito dell’emergenza Covid 19. Dallo Stato sono arrivati 8 milioni 796mila euro a titolo compensativo per le mancate entrate perse dalla Provincia di Padova a causa del lockdown sanitario: 6,2 milioni di euro per l’Ipt (imposta provinciale di trascrizione sull’acquisto delle auto) e 1,6 milioni per i tributi derivanti dalla Rc auto.

I fondi

La Regione ha erogato oltre 33,5 mila euro per l’attività dei centri di recupero e controllo della fauna e sono stati poi registrati 963 mila euro come entrate per nuovi fondi. La Provincia con questi soldi potrà così dare il via a nuovi interventi viari per 1 milione di euro tra cui: la messa in sicurezza delle strade, di ponti e di manufatti lungo la rete viaria provinciale (760mila euro); la messa in sicurezza del nuovo percorso ciclopedonale sull’Anello dei Colli – tratto Cà Barbaro nei Comuni di Este e Monselice (185mila euro finanziati con contributo del Gal e 55mila dalla Provincia per un totale di 240mila euro).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le difficoltà

Il presidente della Provincia di Padova e i consiglieri delegati hanno quindi espresso la loro soddisfazione perché l’assestamento consente di confermare le opere già previste e sistemare un po’ il bilancio dopo le difficoltà vissute da tutti gli enti durante l’emergenza. In particolare, si potranno proseguire i lavori di viabilità provinciale tra cui quelli sulla Sp 10 “Desman” (3 milioni 900mila euro) a Piazzola sul Brenta, la Sp 44 da Camposampiero a Rustega e la sistemazione del Ponte di Agna sulla Sp 3. Altri 4 milioni e 271mila euro relativi all’avanzo di amministrazione 2019 sbloccheranno opere di manutenzione straordinaria degli edifici scolastici (1 milione e mezzo di euro) e altre strutture di competenza provinciale (150mila euro); interventi di valorizzazione dei percorsi ciclabili (900mila euro) e altri lavori di messa in sicurezza della viabilità provinciale (1 milione 721 mila euro). Infine, grazie all’utilizzo di una parte di avanzo di amministrazione non vincolato si potranno migliorare altri ponti provinciali con 200mila euro,  restaurare la palazzina D della caserma Dezio (250mila euro) e acquistare nuovi hardware e software nell’ambito dello sviluppo dei servizi digitali (20mila euro) per un totale di 470mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: primo caso di alunno positivo nel Padovano, classe e docenti in isolamento

  • Voto, ecco i dati di affluenza a mezzogiorno

  • L’amore trionfa: sistemato a tempo di record il murale di Kenny Random imbrattato nella notte

  • Kenny Random, imbrattato il murale più fotografato di Padova

  • Live - Subito una classe isolata, tamponi a tappeto e didattica a distanza

  • È vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento