Martedì, 16 Luglio 2024
Attualità

Coppie omogenitoriali, il ministro Ciriani: «I sindaci non sono al di sopra della legge»

Afferma il ministro per i rapporti con il Parlamento: «È importante partire dal fatto che la Procura di Padova ha semplicemente applicato la legge, come richiamato da una sentenza della Cassazione. In Italia, il matrimonio è soltanto tra uomo e donna, e quindi solo il genitore biologico è il genitore il cui cognome può essere registrato»

Il Ministro Luca Ciriani è stato ospite di ‘Non Stop News’ su Rtl 102.5 in compagnia di Enrico Galletti, Giusi Legrenzi e Massimo Lo Nigro. Il Ministro per i Rapporti con il Parlamento, Luca Ciriani, è intervenuto nel corso di Non Stop News per discutere degli ultimi accadimenti politici e di cronaca.

Luca Ciriani

Tra questi anche la decisione della Procura di Padova di dichiarare illegittime le registrazioni all'anagrafe di bambini di coppie omogenitoriali: «Zan (deputato del Partito Democratico) ha detto "Questi bambini rimarranno orfani di una madre per decreto"? Eviterei di utilizzare questi slogan. Sono questioni complesse che vanno affrontate con prudenza e rispetto. È importante partire dal fatto che la Procura di Padova ha semplicemente applicato la legge, come richiamato da una sentenza della Cassazione. In Italia, il matrimonio è soltanto tra uomo e donna, e quindi solo il genitore biologico è il genitore il cui cognome può essere registrato. Quindi la Procura ha semplicemente applicato la legge. I sindaci non sono al di sopra della legge. Inoltre, è fondamentale ricordare che i diritti dei bambini devono essere sempre tutelati e, indipendentemente dai loro genitori, nessun bambino ha diritti inferiori agli altri. Sono tutti uguali».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coppie omogenitoriali, il ministro Ciriani: «I sindaci non sono al di sopra della legge»
PadovaOggi è in caricamento