rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Attualità

Dopo 2 anni di stop, torna la processione del Santo. Attesi in 50 mila in piazza

Parte la Tredicina del Giugno Antonianum. Musei aperti, messe in presenza e nessun limite

Torna la processione del Santo il prossimo 13 giugno. Parte il Giugno Antoniano 2022. La basilica ha ripreso a riempirsi e dopo un calo di presenze arrivato al 95%, ora ci sono tutte le premesse per tornare ai numeri del 2019 quando in piazza arrivavano 50 mila persone. Si torna al programma classico, con messe in presenza, basilica aperta, processione e una novità: il Transito di frate Antonio, come è successo solo tre volte nell'ultimo secolo, l'ultima nel 1963, non sarà limitato all'Arcella, ma partirà da Camposampiero, per snodarsi su via Bassa, toccare Borgoricco, Campodarsego, Cadoneghe e poi Padova, cioè il percorso che Antonio ha fatto nel 1231. «Sarà una rievocazione storica, in costume, con duecento figuranti, associazioni medievali, carri e buoi», annuncia con orgoglio l'assessora di Camposampiero, Moira Simeonato. Previsto poi tutto il contorno culturale che accompagna la Tredicina e la festa: «Tra Padova e il Santo c'è un'osmosi che rende questo periodo ancora più importante e quindi apriremo tutti i musei, il 13 giugno, la città è pronta a vivere questa festa, insieme a quella dell'Università e al primo anno del riconoscimento Unesco per Urbs Picta» rivela l'assessore alla cultura, Andrea Colasio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo 2 anni di stop, torna la processione del Santo. Attesi in 50 mila in piazza

PadovaOggi è in caricamento