Lunedì, 18 Ottobre 2021
Attualità

Aperti nidi e materne, un centinaio i genitori senza Green Pass rimasti fuori

Costretti a tornare indietro perché sprovvisti della carta verde, obbligatoria da quest'anno per avere accesso alle strutture scolastiche. In molti hanno scelto l'alternativa del tampone, rivolgendosi al volo alle farmacie più vicine

Sono circa un centinaio i genitori che oggi sono dovuti tornare indietro dalle scuole perché sprovvisti di Green Pass. Oggi 1 settembre hanno riaperto asili nidi e materne, ma solamente per i primi inserimenti, previsti gradualmente per i bambini al primo anno di frequenza.

L'inserimento

Ovviamente questa fase prevede la presenza di un genitore, ma da quest'anno per entrare nella struttura e varcare il cancello è previsto l'obbligo di esibire il Green Pass. Molti dei genitori che oggi hanno accompagnato i figli per le prime ore d'inserimento ne erano sprovvisti, altri invece non erano a conoscenza del regolamento e non sono riusciti a dimostrare di essere vaccinati. Altri, più semplicemente, hanno scelto di non vaccinarsi, ma hanno provato lo stesso a rivolgersi alle strutture comunali.

Tampone

Alcuni hanno scelto di andare subito in farmacia per un tampone (che nel caso di negatività dà diritto ad un Green Pass temporaneo di 48 ore) e riprendere l'inserimento. Non è stato semplice, perché a differenza di alcuni mesi fa, adesso molte farmacie fanno tamponi solo su prenotazione e pochissimi al giorno, pur avendo aderito alla campagna regionale. Altre, invece, hanno scelto di non farne proprio più. Molti genitori quindi sono stati costretti a tornare a casa, ma domani avranno lo stesso problema. Non ci sono state contestazioni o momenti di tensione per ora, ma quando la scuola riprenderà per tutti, non sono esclusi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aperti nidi e materne, un centinaio i genitori senza Green Pass rimasti fuori

PadovaOggi è in caricamento