I vini dei colli Euganei a casa: abbiamo fatto l’ordine, ecco com’è andata

Tutto molto veloce e soprattutto affidabile. Promosso a pieni voti il servizio, anche perché rappresenta una bella occasione per riscoprire i gusti, la storia, le aziende del territorio

Foto dalla pagina facebook de La Roccola

Detto fatto! Ne avevamo già scritto qui e vi avevamo consigliato di aderire alla bella iniziativa che i vignaioli dei colli hanno messo in atto per venire incontro a tutti coloro che non vogliono proprio rinunciare a bere una buona bottiglia di vino del nostro territorio. Così abbiamo voluto provare il servizio, per capire se effettivamente sia davvero così comodo e immediato. Sì, lo è.

Quarantena sì, ma con i vini dei colli Euganei: arriva la consegna a domicilio

L’ordine

Mercoledì (1 aprile), giorno della settimana a Padova tanto caro per l’aperitivo, ho scelto tra le varie aziende che trovate qui, La Roccola di Cinto Euganeo. Scrivo e mi risponde Alberto, il titolare che subito mi manda il listino. Conosco i miei gusti e scelgo sei bottiglie, faccio un po’ di conti e gli rispondo, sempre tramite WhatsApp, mandandogli le mie preferenze.

“Help quarantena”

Serprino  cabernet, merlot, rosè, ecc. Di tutto un po’. Per procedere all’ordine mi chiede se sono disposto a fare un bonifico e nella causale mi lascia libero di sbizzarrire la fantasia, io ho scritto “Help quarantena”. L’azienda, come altre, offre comunque la possibilità di pagare alla consegna con un'aggiunta, in questo caso, di 8 euro. Tutto molto veloce e soprattutto affidabile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chi c’è dietro?

Parliamo di imprenditori del territorio che non vedono ora di far conoscere i loro prodotti, di dire “noi ci siamo, eccoci!”, di portare nelle case le loro storie, il loro lavoro, il loro vino.

È ora di fare cin cin

Ho fatto l’ordine mercoledì sera, proprio verso l’ora dell’aperitivo e già alle 12 di venerdì 3 aprile ho ricevuto il tutto, e questo significa che la quarantena può continuare con gli aperitivi online e i cin cin virtuali, ma anche quelli reali e in famiglia in attesa di farli poi direttamente in qualche cantina.

Un momento di allegra scoperta

Questi giorni a casa si possono davvero trasformare in un’esperienza unica, dove la cultura del territorio con i sapori e i profumi ci fa scoprire, come in questo caso, che i vini dei nostri splendidi colli con il loro terreno vulcanico sono davvero unici. Il consiglio è quello di provare il servizio e di scegliere, oltre alle vostre certezze, anche altre bottiglie meno conosciute per rendere questa quarantena davvero un momento di allegra scoperta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

[foto dalla pagina facebook de La Roccola]

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in serata lungo la Pelosa: morti due padovani, un ferito grave

  • Le acque del Bacchiglione restituiscono un corpo. Accanto l'auto abbandonata

  • Zaia: «Dal primo giugno via la mascherina. Si indossa solo quando serve»

  • Coronavirus, Zaia: «L'Azienda Ospedaliera di Padova? Nessuno mette in discussione Flor»

  • Live - Sangue sulle strade. Arrestato l'ex vicepresidente del Padova. Rogo sui Colli

  • Riceve per sbaglio oltre 5.000 euro, e non li restituisce: denunciato per appropriazione indebita

Torna su
PadovaOggi è in caricamento