Cronaca

Luigi Sartor arrestato: l'ex calciatore coltivava 106 piante di marijuana in un casolare

L'ex giocatore di Inter e Parma ha iniziato la carriera nelle giovanili del Calcio Padova, venendo poi ceduto alla Juventus per una cifra record a quei tempi

Luigi Sartor ancora nei guai. L'ex calciatore trevigiano, cresciuto nelle giovanili della Ternana e successivamente del Padova che nell'estate del 1992 venne ceduto per un miliardo di lire, cifra record all'epoca per un minorenne, alla Juventus, è finito agli arresti domiciliari dopo che la Guardia di finanza di Parma lo ha trovato in un casolare sperduto di Lesignano Palmia, in provincia di Parma, con 106 piante di marijuana.

Coltivatore di "erba"

Da calciatore a presunto coltivatore di "erba", il passo è stato lungo, segnato dal declino. Cominciato già nel 2015, quando era stato condannato per maltrattamenti ai danni dell'ex compagna, dalla quale ha avuto una figlia. Nel rapporto, durato dal 2005 al 2010, la donna aveva raccontato di aver subito violenze per la gelosia ossessiva dell'ex convivente. Condannato a nove mesi (pena sospesa), nel 2011 l'ex calciatore era stato coinvolto nell'inchiesta Last Bet, sul calcioscommesse. Proclamatosi innocente, nel 2019 il tribunale di Bologna aveva dichiarato estinta l'accusa per lui e per gli altri indagati.

La carriera

Ora Sartor è agli arresti domiciliari in una casa che non è neanche sua, gentilmente offerta da un amico che non gli nega ospitalità. Eppure il calcio gli aveva dato tanto: ha chiuso il millennio con una Coppa Uefa, una Coppa Italia e una Supercoppa italiana, con il Parma. A Parma aveva scelto di vivere, dopo 11 anni dall'addio al calcio. Ora si trova in manette con il presunto complice Marco Mantovani, 46enne. I militari della Guardia di Finanza di Parma, con la tenenza di Fornovo, durante un normale controllo, hanno pizzicato i due mentre facevano avanti e indietro dal casolare, dal quale proveniva un forte odore di marijuana. Venerdì alle 13, Sartor e Mantovani erano all'interno dell'edificio quando i finanzieri hanno fatto irruzione nel casolare, e si sono trovati davanti 106 piante, lampade, ventilatori, confezioni già in fase di fioritura e pronta per l'essicazione. Il tutto avrebbe fruttato due chili di "erba".

Luigi Sartor Padova 1-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Luigi Sartor arrestato: l'ex calciatore coltivava 106 piante di marijuana in un casolare

PadovaOggi è in caricamento