rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cronaca

Pusher in manette e un 16enne denunciato per danneggiamento: l'attività della Squadra mobile

Il bilancio di attività degli ultimi giorni della Squadra mobile è di 3 arresti e 2 denunce, tra spaccio e danneggiamento delle bici del bike sharing

La droga nascosta nei guanti. Il confezionamento delle dosi vicino ai binari. I calci alle bici del bike sharing. Il bilancio di attività degli ultimi giorni della Squadra mobile è di 3 arresti e 2 denunce.

Gli arresti

Nel tardo pomeriggio di giovedì 5 maggio gli agenti hanno notato un 51enne italiano, pregiudicato, in via Bernardi. Parlava con una 23enne di Limena e le ha consegnato un involucro. I poliziotti hanno fermato prima la ragazza che ha ammesso di fare uso di eroina da diversi mesi e di acquistarla quasi ogni giorno dalla stessa persona. Poi hanno raggiunto il 51enne che stava rincasando a bordo della sua bicicletta elettrica. L'eroina era nascosta all'interno di un paio di guanti invernali nel cestino della bici, per un totale di 51 grammi. A casa aveva tutto ciò che serviva per confezionare le dosi: è stato arrestato e, per il momento, sottoposto agli arresti domiciliari. Un altro pusher, un 48enne nigeriano, è stato visto dai poliziotti mentre cercava di avvicinare alcuni giovani. Voleva vendere loro della droga. Gli agenti lo hanno seguito: il 48enne è stato accompagnato da un connazionale davanti a un edificio in via Sorio. È entrato e i poliziotti hanno aspettato che uscisse di nuovo per sorprenderlo con 21 dosi di cocaina, 4 di eroina e dell'hashish. Arrestato, gli è stata notificata la misura di divieto di dimora in provincia di Padova: è stato accompagnato al centro rimpatri di Torino per essere espulso. Arrestato e condotto in carcere per violazione delle norme sull'immigrazione, invece, un 38enne tunisino che dovrà scontare 6 mesi.

Le denunce

Un 19enne tunisino si trovava in un'area isolata vicino ai binari della ferrovia. Un luogo che pensava fosse adatto per confezionare dosi di droga in tranquillità (80 grammi di hashish). Invece i poliziotti lo hanno raggiunto. Il 19enne è scappato, divincolandosi dalla presa degli agenti, ed è stato ritrovato poco dopo in via Chiesanuova. Denunciato, è stato espulso. Una denuncia ha colpito anche una donna di nazionalità nigeriana, controllata in un bar di via Tommaseo: aveva addosso 2 dosi di marijuana e altre 14 le aveva nascoste sotto la sedia. Infine, i poliziotti della Squadra mobile hanno denunciato un 16enne di Noventana. La sera tardi, assieme ad alcuni amici, si trovava in via della Pace e se la stava prendendo con la rastrelliera delle biciclette. Poi ha preso a calci una delle bici del bike sharing. Quando il 16enne ha visto avvicinarsi gli agenti ha cercato di scappare verso il piazzale della stazione ed è stato raggiunto vicino al McDonald's. Una volta in questura, i poliziotti hanno scoperto che il minorenne non era nuovo ad atti del genere. Lo scorso dicembre, sempre assieme ad altri, aveva staccato lo sportellino della macchinetta dei biglietti alla fermata del tram di Riviera dei Ponti Romani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pusher in manette e un 16enne denunciato per danneggiamento: l'attività della Squadra mobile

PadovaOggi è in caricamento