menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Pulizie

Pulizie

Usa troppa candeggina per pulire Dirimpettaia la porta in tribunale

Protagonista una pensionata di Casalserugo che per anni ha usato varechina negli spazi condominiali senza arieggiare. Dopo inutili appelli a smettere, la denuncia della vicina affetta da asma bronchiale

Scale e pavimenti condominiali tirati a lucido ogni giorno con l'uso massiccio di candeggina. Una malsana abitudine che, come riportano i quotidiani locali, è costata a una pensionata 75enne di Casalserugo, Maria B., una condanna in tribunale. A denunciarla un'inquilina 49enne dello stabile di via Leopardi, stanca delle esalazioni provenienti dagli spazi comuni mai arieggiati durante l'impiego dei "micidiali" detergenti.

DALLA LITE CONDOMINIALE AL PROCESSO. I dissapori fra le due inquiline iniziano nel 2006, ovvero da quando la pensionata si intestardisce, nonostante i ripetuti appelli dell'amministratrice a smettere, nell'adoperarsi quasi ogni giorno con stracci e varechina tenendo porte e finestre chiuse. La situazione si fa esasperante per la dirimpettaia che soffre di un'asma bronchiale molto seria. L'aggravamento delle sue condizioni di salute la spingono a denunciare la 75enne ritenendola responsabile del peggioramento della patologia ma nemmeno questo placherà la "fissa" della pensionata.

L'ESITO DEL PROCESSO. Giovedì la battaglia legale si è conclusa con la sentenza del tribunale monocratico di Padova che ha assolto la pensionata dall'accusa più grave, quella di lesioni colpose, ma l'ha condannata per getto di sostanze pericolose. Risultato: "la signora della varechina" dovrà sborsare un'ammenda di 200 euro e risarcire la vicina con 5mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento