menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caso multiproprietà, un cittadino: “Sono stato truffato così”

Philip Lidio Gamba ha raccontato la sua personale esperienza con Domina Vacanze, società che lo avrebbe raggirato. Nel suo racconto le modalità del raggiro e la denuncia: "Mi hanno sottratto soldi in banca"

Si arricchisce di particolari il caso multiproprietà.

GAMBA. Uno dei presunti truffati, Philip Lidio Gamba, ha raccontato la sua storia in rappresentanza di tutti i clienti che sarebbero stati truffati dalla società Domina Vacanze.

LA TESTIMONIANZA. Gamba racconta di essere stato contattato dalla società con l’invito a firmare un contratto per entrare in possesso di millesimi di proprietà alberghiera: gli investimenti partivano anche da 80mila euro. Una fettina di proprietà alberghiera situata in quel di Venezia che stando al racconto del cliente non ci sarebbe mai stata così come i potenziali guadagni promessi dall’affitto del locale.

CAMUFFAMENTI. Ma i presunti truffati, ad un certo punto, prosegue Gamba, lamentavano ovviamente l’assenza di guadagni e la società Domina Vacanze per camuffare il presunto imbroglio, si inventava la scusa della crisi. Non solo: spesso e volentieri si sarebbe proposto ai clienti di aggiungere altri capitali per “diritto d’uso” di altre multiproprietà, ad esempio in Egitto. Un ulteriore raggiro, secondo i presunti truffati, che doveva servire per prendere dell’altro denaro e per distrarre i clienti.

DENARO. Gamba, infine, aggiunge anche un altro, più grave, particolare: a lui sarebbe stato anche sottratto del denaro direttamente dalla banca.


FEDERCONTRIBUENTI. Un racconto che ha allertato ancora di più Federcontribuenti che sta seguendo ancora di più il caso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento