menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cittadella, raid anti accattoni al mercato: controllati 15 stranieri

Lunedì mattina gli agenti della locale hanno individuato una quindicina di soggetti extracomunitari e stranieri che si aggiravano per le vie del centro storico, in area giardini pubblici, Campo della Marta, all'interno di bar e in zona stazione

Giro di vite sul sul fenomeno del bivacco ad opera di soggetti extracomunitari e stranieri, a Cittadella.

RAID. Il comandante del distretto di polizia locale Samuele Grandin, in abiti borghesi, lunedì mattina, durante i controlli antiaccattoni al mercato, di sua iniziativa e con il supporto di una pattuglia, ha intrapreso un raid fermando e controllando nell'arco dell'intera giornata, circa una quindicina di soggetti extracomunitari e stranieri che si aggiravano per le vie del centro storico, in area giardini pubblici, Campo della Marta, all'interno di bar e in zona stazione.

RICONOSCIMENTI. Dai controlli effettuati sul posto, alcuni soggetti sono risultati privi di documenti di riconoscimento e per tale motivo accompagnati presso gli uffici del comando per gli accertamenti di riconoscimento e identificazione. La maggior parte di queste persone prive di lavoro e fermate per fini di controllo, è risultata avere precedenti penali e per alcuni di loro anche di rilievo.

PRECEDENTI. Si va da: traffico e spaccio di droga, ubriachezza molesta per un moldavo appena maggiorenne; lesioni, spaccio, aggressione, obbligo di firma per un rumeno anch'esso maggiorenne da poco; minacce, ingiurie, percosse, maltrattamenti in famiglia  per un marocchino quarantenne; furto per un'altro marocchino; detenzione di droga per un albanese ventenne.

VIA VAI. “Tali controlli si sono resi necessari - spiega il comandante Grandin -  in quanto il via vai continuo di questi soggetti in via Indipendenza, specialmente negli orari di deflusso degli alunni dalle superiori, nonchè la presenza costante in Campo della Marta (spesso tali soggetti bivaccano per ore e solo con la presenza della polizia si dileguano per le vie del centro storico), portano a inasprire i controlli, spesso con l'ausilio dell'unità cinofila antidroga come è avvenuto nel pomeriggio di lunedì”.

STAZIONE. Anche la stazione ferroviaria è sempre più sorvegliata a vista: da qualche settimana, il comandante ha predisposto una serie di controlli e un presidio con l'unità mobile. A ripetizione e ad orari variati i controlli e presidi davanti e dentro lo scalo ferroviario, un servizio straordinario realizzato anche con l’ausilio del cane antidroga Jay pastore belga malinois. "Un ringraziamento speciale ai carabinieri di Cittadella per la gran collaborazione in atto - spiega il comandante - che permette di non rendere vano il lavoro continuo degli agenti della polizia locale".

BELLA, PULITA E SICURA. “Cittadella deve rimanere una città bella, pulita e sicura - tuona il  sindaco di Cittadella Luca Pierobon - Il fenomeno del bivacco ha assunto in questi ultimi anni dimensioni preoccupanti, rappresentando un danno per l'intera collettività in termini di degrado urbano, oltre ad essere un pessimo biglietto da visita per turisti in arrivo nella città murata. Per questo l'amministrazione comunale ha deciso di affrontare con massima tempestività questa situazione con lo strumento dei servizi straordinari per il corpo di polizia Citadellese”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

  • Homepage
  • Ultim'ora
  • Cronaca
  • Zone e Quartieri
  • Sport
  • Politica
  • Eventi
  • Cinema
  • Economia e Lavoro
  • Salute
  • Attualità
  • Ambiente
  • Video
  • Foto
  • Notizie dall'Italia
  • Meteo
  • Segnalazioni
  • Opinioni
PadovaOggi è in caricamento