rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Cronaca Prato / Prato della Valle

Banda di ragazzini deruba due coniugi. Si cerca il proprietario di altra refurtiva

Cinque minorenni, italiani e stranieri, sono stati denunciati dai carabinieri per il furto di due biciclette ai danni di una coppia. Vi è però anche un terzo velocipede rubato

Sono cinque gli adolescenti finiti in un'indagine dei carabinieri di Prato della Valle nell'ambito del furto di alcune biciclette. Pochi giorni fa quattro di loro hanno rubato quelle di una coppia di padovani, mentre due devono rispondere della ricettazione di una terza bici. Si pensa infatti che gli episodi analoghi a loro carico possano essere anche altri.

Il furto

I componenti del gruppo sono stati identificati nei giorni scorsi e giovedì sera si sono visti notificare le denunce. Una settimana prima, il 3 giugno, un 74enne padovano e la moglie 70enne avevano raggiunto la caserma di Prato della Valle sporgendo querela a carico di ignoti per il furto dei loro velocipedi. La coppia poco prima aveva raggiunto in bicicletta la storica piazza, agganciando con un lucchetto i mezzi a una rastrelliera di via Ferrari, accanto alla basilica di Santa Giustina. Quando erano tornati a riprenderle non ne avevano trovato alcuna traccia.

Le accuse

Ne era nata una capillare indagine che nel giro di qualche giorno ha permesso di stringere il cerchio attorno a un gruppo di giovanissimi. I carabinieri sono cosi risaliti a quattro ragazzini che quel pomeriggio hanno materialmente rubato le due biciclette. Si tratta di un 17enne nativo del Marocco ma residente in città, di due 16enni padovani e di un 14enne ach'egli nato a Padova. Tutti loro sono stati colpiti da una denuncia per furto aggravato, ma per uno dei 16enni l'accusa è duplice. Quest'ultimo, insieme al quinto membro della banda, un 15enne padovano, è stato denunciato anche per ricettazione. Nel corso delle indagini infatti i due sono stati trovati con una terza bicicletta di cui non hanno saputo giustificare il possesso e che si ritiene sia provento di un altro furto. I carabinieri hanno divulgato l'immagine della due ruote affinchè il legittimo proprietario nel caso la riconoscesse possa farsi avanti per la restituzione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banda di ragazzini deruba due coniugi. Si cerca il proprietario di altra refurtiva

PadovaOggi è in caricamento